SERVICES

Nautica, i giudici concedono una proroga a Mondomarine

Savona - La proroga era stata richiesta dall’azienda in virtù del fatto che vi sarebbero soggetti imprenditoriali interessati a rilevare l’azienda nautica ma che c’è la necessità di ottenere più tempo per perfezionare le proposte di acquisto.

Savona - Il Tribunale di Savona ha concesso altri 60 giorni, accogliendo la richiesta della proprietà, per concludere la procedura concorsuale dei cantieri Mondomarine di Savona e Pisa. La proroga era stata richiesta dall’azienda in virtù del fatto che vi sarebbero soggetti imprenditoriali interessati a rilevare l’azienda nautica ma che c’è la necessità di ottenere più tempo per perfezionare le proposte di acquisto. La concessione della proroga prevede però che in questi ulteriori due mesi sia la proprietà a sostenere tutte le spese correnti.

Sul tappeto, tuttavia, ci sarebbero almeno cinque diverse proposte d’acquisto per i due rami d’azienda, attraverso lo spacchettamento del gruppo: tre riguardano il cantiere di Savona e due il sito pisano che porta il marchio “Cantieri di Pisa”. per quest’ultimo, che occupa attualmente 28 addetti, si sarebbe fatto avanti un gruppo locale e il gruppo Italyacht che ha già incontrato attraverso i suoi dirigenti le rsu e i lavoratori. Lunedì prossimo a Pisa, in un incontro programmato in Regione, dipendenti e sindacati si aspettano che Alessandro Falciai, titolare di Mondomarine e presidente di Mps, sia pronto a illustrare il piano industriale dei gruppi interessati all’acquisto.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››