SERVICES

Mega-yacht, il 31% in mano ai cantieri italiani / IL CASO

Genova - Portafoglio ordini record nel 2018, il primato è tricolore. La flotta mondiale sfiora quota 5.200 unità. Federagenti: «Traffico in crescita del 10% in Italia».

Genova - Continua a crescere la flotta mondiale di mega-yacht, che nel 2017 ha toccato quota 5.186 unità contro le 5.051dell’anno precedente. Imbarcazioni - quelle da diporto sopra i 30 metri di lunghezza - la cui costruzione è sempre più nelle mani dei cantieri italiani che hanno prodotto ben il 31% dei mega-yacht attualmente in circolazione. «Il settore - spiega Giovanni Gasparini, presidente della sezione Yacht di Federagenti - continua a crescere a ritmi sostenuti. Aumentano le unità prodotte ma anche quelle che, non solo durante la stagione estiva, toccano i porti italiani e per lunghi periodi sostano in acque nazionali».

Secondo l’associazione degli agenti marittimi quest’anno, rispetto al 2017, la presenza di grandi unità da di diporto nelle marine del nostro Paese crescerà del 10%. «Numeri importanti - aggiunge Gasparini - con un ritorno estremamente positivo sull’intera economia nazionale». Il valore della produzione di nuove imbarcazioni, nel 2016, è stato di due miliardi di euro, mentre lo scorso anno è cresciuto fino a raggiungere i 2,3 miliardi di euro con un incremento del 13%. «Gli stabilimenti italiani - spiega il presidente di Federagenti Yacht - sono da sempre leader nella costruzione di grandi unità da diporto e come federazione degli agenti marittimi stiamo cercando di far crescere l’interesse attorno a questo settore che può essere un vero e proprio volano per la nostra economia. L’obiettivo è quello di convincere gli armatori, soprattutto stranieri, a sostare nei nostri porti, usufruire dei servizi offerti dalle marine e affidarsi a broker e mediatori italiani». «Solo seguendo questa politica - aggiunge - il nostro Paese, già leader per quanto riguarda la cantieristica, potrà contare sul business che riguarda la gestione delle grandi unità da diporto».

Il portafoglio ordini 2018 è di 773 nuovi mega-yacht a livello mondiale con una lunghezza media che supera i 40 metri. Il nostro Paese è leader internazionale con 353 progetti per 12.942 metri totali di imbarcazioni in costruzione: al secondo posto, invece, ci sono i costruttori olandesi con 65 progetti per 3.974 metri. Tra i primi venti produttori globali ci sono ben sette cantieri made in Italy con i primi tre al mondo che sono italiani. In ordine di ranking per lunghezza totale di yacht in costruzione e numero progetti: Azimut/Benetti (2.840 metri, 77 progetti), gruppo Ferretti (2.762 metri, 87 progetti) e Sanlorenzo (2.457 metri, 71 progetti). «Le coste liguri, toscane e sarde - chiude Gasparini - sono le aree con maggiore concentrazione di grandi unità da diporto. Ma ottimi numeri arrivano dall’Adriatico dove le toccate, specialmente negli ultimi due anni, sono aumentate e destinate ancora a salire».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››