SERVICES

Wista Italy incontra il mondo della nautica

Genova - Si è tenuto nella cornice dello Yacht Club Italiano il convegno organizzato a Genova da Wista Italy, la sezione italiana di Wista (Women’s International Shipping Trading Association) sul tema “Nautica da diporto: aggiornamenti giuridici, tecnici e fiscali. Novità e prospettive”

Genova - Si è tenuto nella cornice dello Yacht Club Italiano il convegno organizzato a Genova da Wista Italy, la sezione italiana di Wista (Women’s International Shipping & Trading Association) sul tema “Nautica da diporto: aggiornamenti giuridici, tecnici e fiscali. Novità e prospettive” alla luce della recente entrata in vigore (13 febbraio 2018) del d.lgs. 229 del 2017 che ha revisionato il Codice della Nautica da diporto (d.lgs. n. 171 del 2005), apportandovi significative integrazioni e modifiche. La vice presidente Wista, Paola Tongiani, ha introdotto e moderato i vari interventi, davanti a un pubblico attento di professionisti del settore marittimo. Mediatori, avvocati, assicuratori e professionisti del settore nautico, hanno seguito i relatori per tutto il pomeriggio, partecipando attivamente al dibattito e stimolando un’ampia discussione per approfondire le tematiche esposte.

Alla discussione ha partecipato anche l’ammiraglio Nicola Carlone, direttore marittimo della Liguria e Comandante del porto di Genova, che ha espresso stima e grande disponibilità nei confronti delle professioniste del mondo marittimo. L’evento ha ricevuto il patrocinio della Camera di commercio e del Comune di Genova, intervenuto nella persona del vice sindaco Stefano Balleari. L’evento è stato sponsorizzato dalla Burkmar Shipping Services, società di mediazione marittima/compravendita di navi, presente al convegno con il suo amministratore delegato, Alessandra Burke.

Il presidente dello Yci, Nicolò Reggio ha messo in evidenza le norme del Codice della Nautica che hanno maggiore impatto sugli aspetti tecnico-costruttivi, evidenziando le criticità ma anche le novità del nuovo testo del Codice appena varato, suggerendo alcuni correttivi e precisazioni per renderlo più efficace e rispondente alle necessità del settore. Antonella Turci, socia Wista, ha fatto una panoramica sul d.lgs. 229/2017 che ha modificato il codice della Nautica da diporto, sviscerando il testo dei singoli articoli e le novità introdotte dalla nuova normativa, con particolare riferimento alla nuova classificazione delle unità da diporto, alla semplificazione del regime amministrativo con l’introduzione dell’Atcn (Archivio telematico centrale delle unità da diporto) e dello Sted (Sportello telematico del diportista).

La figura del broker del diporto è stata oggetto di un’approfondita disamina da parte di Alberta Frondoni, consigliere Wista, che ha ricostruito i vari interventi del legislatore in materia, illustrando le corpose nuove norme, che per la prima volta hanno disciplinato il contenuto dell’attività e delle responsabilità del mediatore del diporto, distinguendola dal più ampio genus della mediazione marittima. Giorgio Gallo, responsabile del settore Yacht del Rina, ha affrontato il tema della nautica da un punto di vista ambientale, evidenziando i rischi di inquinamento ad opera delle imbarcazioni da diporto.

Se da una parte i diportisti si trovano a dover rispettare normative sempre più stringenti - ha spiegato Gallo - per salvaguardare il “bene mare”, le nuove tecnologie possono aiutare a trovare soluzioni, per il trattamento degli agenti inquinanti e dei rifiuti, sempre più avanzate e rispondenti a un mercato in costante crescita. Barbara Amerio, Consigliere Ucina e dirigente del gruppo Permare di Sanremo che produce superyacht con il marchio Amer, si è soffermata sugli aspetti innovativi del Bollino Blu, che ha portato a nome modalità in materia di controlli.

L’iniziativa promossa da Ucina di concerto con le amministrazioni competenti - ha spiegato Amerio - consente di ottimizzare i controlli relativi all’esecuzione dei parametri di sicurezza delle unità da diporto e di snellire e semplificare le procedure ispettive. Tongiani, in qualità di commercialista e revisore Legale, ha preso in esame i recenti aggiornamenti in materia fiscale, evidenziando in particolare gli ultimi documenti di prassi emanati dall’Agenzia delle Entrate in materia di non imponibilità ai fini dell’Imposta sul valore aggiunto, argomento particolarmente seguito dal pubblico che ha rivolto stimolanti domande alla relatrice, contribuendo a dettagliare l’attualissimo argomento. A chiusura del convegno, Tongiani ha ringraziato lo Yacht Club e omaggiato del Crest dell’associazione i singoli ospiti.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››