SERVICES

Monaco Marine cerca spazi in Liguria

Genova - Il gruppo monegasco chiede l’area occupata dal cantiere savonese Mondomarine. Spunta un concorrente per l’azienda napoletana palumbo

Genova - Per salvare i lavoratori e la vocazione cantieristica di Savona, ci sono ora due strade. Una è quella intrapresa dai curatori fallimentari di Mondomarine. L’altra è dell’Autorità di Sistema portuale. Viaggiano in parallelo, ma lo scopo è unico: avviare il rilancio di un settore che sembra in ripresa. E magari fare concorrenza a Genova. L’Authority ha pubblicato l’istanza di Monaco Marine per gli spazi oggi occupati dallo storico cantiere savonese. È la porzione di area portuale dedicata alla cantieristica in concessione a Mondomarine sino al 30 giugno. L’azienda francese, guidata da Chantal Lammesini Lemeteyer ha chiesto di poter utilizzare e investire in quell’area. Lo aveva già fatto ad inizio anno, ma con l’arrivo di Palumbo che aveva affittato il ramo d’azienda per sei mesi, quella richiesta era finita al centro di un contenzioso che oggi è al vaglio della giustizia amministrativa. Ripescando l’istanza quel fronte potrebbe spegnersi: Monaco Marine è un’azienda forte nel settore refitting e ha il fulcro della propria attività di manutenzione e rimessaggio degli yacht in molti porti francesi. Nella richiesta oltre agli investimenti previsti per far ripartire il cantiere, c’è anche l’assicurazione «del mantenimento dei livelli occupazionali con l’assorbimento della dotazione di personale adeguata». Oggi a rischio ci sono i 55 lavoratori del cantiere che sono anche al centro dell’asta dei beni di Mondomarine decisa dai curatori fallimentari. Il valore è di tre milioni di euro e comprende impianti, macchinari ed attrezzature per la produzione, oltre ai marchi aziendali. La prima offerta è arrivata da Palumbo che nei sei mesi precedenti aveva affittato il ramo d’azienda garantendo la continuità. I due concorrenti gareggiano, per ora, su strade diverse, ma dovranno affrontarsi. C’è tempo sino al 20 giugno per la concessione e sino al 13 per l’asta. A fine mese scade il contratto e il destino di Mondomarine potrebbe essere segnato.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››