SERVICES

Granero: «Puntiamo su logistica e turismo»

Savona - «Bisogna recuperare un rapporto con le persone,smettendola di pensare alle logiche interne della politica». Il coniglio tirato fuori dal cilindro del Partito democratico, all’ultima ora, è un nome della società civile che porta con sé un pezzo di mondo della sinistra ligure: Gianluigi Granero, presidente di LegaCoop

Savona - «Bisogna recuperare un rapporto con le persone, smettendola di pensare alle logiche interne della politica». Il coniglio tirato fuori dal cilindro del Partito democratico, all’ultima ora, è un nome della società civile che porta con sé un pezzo di mondo della sinistra ligure: Gianluigi Granero, presidente di LegaCoop Liguria, candidato alla Camera nel collegio uninominale che va da Ceriale ad Arenzano.

Perché ha scelto di candidarsi?

«Mi hanno chiesto di candidarmi perché cercavano una persona che potesse garantire radicamento e conoscenza del territorio ma anche che fosse espressione della società civile, di un mondo che non fosse quello delle dinamiche di partito. La politica ha bisogno di imparare a occuparsi dei bisogni e delle paure delle persone. A Savona abbiamo un punto di riferimento ideale, Sandro Pertini: l’ambizione è trovare un linguaggio come il suo che mi consenta di avere un rapporto diverso e diretto con le persone. Per riuscire a fare questo sforzo dobbiamo parlare di cose concrete».

Quali sono le priorità liguri di cui vorrebbe farsi portatore a Roma?

«C’è bisogno di collegare le dinamiche di sviluppo nazionali e internazionali con quelle locali. L’esempio è la Piattaforma Maersk, dove ci sono anche i cinesi di Cosco: l’Italia entra nelle vie della seta tramite il porto di Vado. Gli obiettivi principali sono lavoro e sviluppo e in Liguria i due settori fondamentali sono logistica e turismo».

Perché un elettore dovrebbe scegliere lei e il Pd?

«I nomi sono importanti, aspetto di sapere quelli dei miei avversari. Più che far votare il Pd, chiederò di far votare Gianluigi Granero».

Si dimetterà da presidente di LegaCoop?

«È chiaro che in quel ruolo rappresento sensibilità diverse: ora sospenderò l’attività fino a dopo le elezioni e poi gli associati valuteranno».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››