SERVICES

Confetra Toscana ai nastri di partenza

Livorno - Domani, venerdì 21 giugno, battesimo pubblico per la nuova Organizzazione Confederale regionale Confetra Toscana. Alle ore 15.00, presso la Fortezza Vecchia di Livorno, il presidente Alberto Bartolozzi aprirà i lavori di un confronto tutto centrato sulle opportunità regionali di crescita e sviluppo

Livorno - Domani, venerdì 21 giugno, battesimo pubblico per la nuova Organizzazione Confederale regionale Confetra Toscana. Alle ore 15.00, presso la Fortezza Vecchia di Livorno, il presidente Alberto Bartolozzi aprirà i lavori di un confronto tutto centrato sulle opportunità regionali di crescita e sviluppo per l’industria logistica, e quindi per l’intera economia territoriale intrecciando la relazione di inquadramento del sistema industriale toscano del professor Riccardo Lanzara e quella del responsabile di Srm per l’economia marittima e logistica Alessandro Panaro.

A seguire, via alla Tavola rotonda con tutti i gestori dei principali nodi logistici regionali ed alcuni tra i principali operatori di mercato: «Si discuterà delle prospettive del nostro sistema portuale e logistico regionale: di Darsena e di Piattaforma Europa, per accrescere la capacità infrastrutturale di Livorno a servizio anche di un forte riorientamento manifatturiero e del reinsediamento di una moderna industria del mare a Piombino. Restano questi i due pilastri intorno ai quali articolare un contributo al rilancio e alla collocazione strategica della Toscana nella riconfigurazione geopolitica delle produzioni e dei traffici a livello nazionale ed internazionale» dichiara il presidente di Confetra Nereo Marcucci: «Faremo il punto anche sul progetto ferroviario per lo scavalco, sulle prospettive di crescita del cargo aereo negli aeroporti toscani, sull’autotrasporto e le connessioni con le grandi direttrici transnazionali europee ed i Corridoi del Ten T Network, sulle funzioni retroportuali e logistiche dei nostri interporti: Collesalvetti e Prato su tutti» comunicano Bartolozzi e Gloria Dari, presidente di Spedimar, «cercando di aprire una finestra sulle opportunità e sui rischi di un futuro che è già presente».

Interverranno, tra gli altri, Riccardo Breda, Christian Colaneri, Roberto Chiara, Pietro Verna, Gina Giani. Le conclusioni saranno affidate al Governatore Enrico Rossi. Continua così il processo di radicamento territoriale del Sistema Confederale che rappresenta - presso il Cnel, il Governo, il Parlamento, le Regioni - il settore della Contract Logistic in Italia: 108 mila imprese, il 9% del PIL nazionale, oltre 800 mila addetti e 85 miliardi di valore prodotto.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››