SERVICES

Libia, petroliera partita da Ras Lanuf diretta in Italia

Roma - Una petroliera ha lasciato all’alba di oggi il porto di Ras Lanuf, sulla costa della Libia centrale, per dirigersi in Italia con un carico di greggio da 780 mila barili.

Roma - Una petroliera ha lasciato all’alba di oggi il porto di Ras Lanuf, sulla costa della Libia centrale, per dirigersi in Italia con un carico di greggio da 780 mila barili. Secondo quanto riferiscono i media libici si tratta della prima petroliera a lasciare un terminal della Mezzaluna petrolifera da quando l’11 settembre scorso le forze dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) del comandate Khalifa Haftar hanno assunto il controllo della zona. La petroliera Seadelta, battente bandiera maltese, era giunta lunedì 19 settembre a Ras Lanuf per ricevere un carico di greggio, ma era stata costretta ad allontanarsi per gli scontri a fuoco nella zona del porto tra l’Lna e la Guardie delle strutture petrolifere (Pfg) alleate del governo di accordo nazionale di Tripoli.
Le forze di Haftar hanno respinto l’attacco, consegnando i porti alla National Oil Company (Noc), la compagnia petrolifera libica, che ha rimosso la clausola di forza maggiore riprendendo così le esportazioni. La Seadelta è la prima petroliera a partire da Ras Lanuf dal dicembre del 2014, quando scoppiò la crisi nella zona della Mezzaluna petrolifera.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››