SERVICES

Porto di El Hamdania, cantieri aperti fra cinque mesi / IL CASO

Algeri - L’infrastruttura portuale per il trasporto di merci è uno dei maggiori progetti infrastrutturali previsti dal governo algerino.

Algeri - I lavori per costruire il nuovo grande porto commerciale algerino ad El Hamdania, circa 80 chilometri a ovest di Algeri, saranno lanciati nel marzo 2017, una volta completati gli studi tecnici. Lo ha annunciato il ministro dei Lavori pubblici e dei Trasporti, Boudjema Talai. L’infrastruttura portuale per il trasporto di merci è uno dei maggiori progetti infrastrutturali previsti dal governo algerino. L’obiettivo è quello di creare un «hub» per il commercio tra Europa e Africa sfruttando tecnologie cinesi. Il protocollo d’intesa per sviluppare il sito di El Hamdania firmato il 17 gennaio 2016 scorso, infatti, prevede una partnership pubblico-privata tra la Compagnia nazionale algerina dei porti e le aziende cinesi China State Building Corporation e la China Harbour Engineering Company.

***

L’accordo sancisce che gli algerini mantengano una quota del 51 per cento, come previsto dalla legislazione locale, lasciando ai cinesi il restante 49 per cento. «Questo progetto, il cui costo è stimato intorno a 3,3 miliardi di dollari, sarà finanziato attraverso un credito cinese a lungo termine», aveva detto Mohamed Benboushaki, direttore dei porti algerini, alla firma del protocollo d’intesa. Il nuovo porto prevede un totale di 23 banchine, una movimentazione annuale di oltre 25 milioni di tonnellate di merci e un fondale di oltre 20 metri. Per la Cina si tratta del secondo grande investimento nell’area dopo il progetto del porto Tangeri-Med, che prevede la creazione di un polo logistico per consentire l’ingresso delle merci cinesi in Africa e nel sud dell’Europa.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››