SERVICES

Livorno, affidamento della gara per i bacini entro due anni

Livorno - L’affidamento della gara per i bacini di carenaggio del Porto di Livorno, bloccata a seguito di un incidente sul lavoro, potrebbe scattare «entro due anni» e le ricadute occupazionali dovranno essere accompagnate da una «ricognizione delle professionalità».

Livorno - L’affidamento della gara per i bacini di carenaggio del Porto di Livorno, bloccata a seguito di un incidente sul lavoro, potrebbe scattare «entro due anni» e le ricadute occupazionali dovranno essere accompagnate da una «ricognizione delle professionalità» e la «creazione di un contesto formativo magari supportato dalla Regione». È quanto riferito dal presidente dell’Autorità portuale Alto Tirreno Stefano Corsini, nel corso di un’audizione ieri in commissione Ambiente del Consiglio regionale, presieduta da Stefano Baccelli (Pd).

Corsini, spiega una nota, ha chiarito che a seguito del dissequestro del bacino di carenaggio galleggiante si dovranno «verificare i danni e stabilire chi dovrà accollarsi le spese di riparazione. Solo allora la gara potrà essere ripresa. In ogni caso - ha detto - non credo i tempi saranno lunghi». Sul tema il Consiglio toscano è già intervenuto con una mozione, presentata da Giovanni Donzelli (capogruppo Fdi) approvata all’unanimità e ricordata ieri dal consigliere Francesco Gazzetti (Pd): «Il testo raccoglieva istanze del territorio di Livorno attraversato da situazioni occupazionali non semplici. La riattivazione dei bacini è vissuta come un’opportunità che speriamo possa essere messa in campo» ha spiegato. Sui futuri assetti occupazionali Corsini non ha fornito numeri precisi in commissione. Lo studio industriale parla di circa 150 posti ma in ogni caso, ha detto ancora Gazzetti, «occorre avere grande equilibrio per rispondere alle esigenze di quello che c’è già e di quello che potrebbe arrivare». «Abbiamo capito dalle parole del presidente dell’Autorità che la riflessione sul piano regolatore portuale è quella di utilizzare l’esistente. Andiamo avanti consapevoli che l’interesse collettivo è al centro della nostra attenzione» ha concluso il consigliere.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››