SERVICES

Porto di Livorno, cresce il traffico di auto nuove

Livorno - Sulla base dei dati aggiornati al 30 settembre 2017, i due terminalisti dello scalo toscano Cilp e Sintermar sono arrivati a movimentare insieme 492 mila unità, rispettivamente un più 10% e un più 17% rispetto ai dati dell’anno precedente.

Livorno - Aumentano i traffici delle auto nuove nel porto di Livorno nei primi nove mesi dell’anno. Sulla base dei dati aggiornati al 30 settembre 2017, infatti, i due terminalisti dello scalo toscano Cilp e Sintermar, sono arrivati a movimentare insieme 492 mila unità, rispettivamente un più 10% e un più 17% rispetto ai dati dell’anno precedente. Se tale andamento dovesse proseguire anche nell’ultimo trimestre, per questo settore si potrebbero raggiungere nuovi record di traffico. In particolare - si spiega in una nota dell’Autorità di sistema livornese - con una movimentazione complessiva di 236 mila auto nuove, la Compagnia Impresa Lavoratori Portuali ha chiuso questi primi nove mesi con un aumento del 10% (circa 20 mila unità in più rispetto allo stesso periodo del 2016). Il traffico prevalente è stato operato alla sponda Est, dove l’azienda gestisce spazi importanti. Sono state invece 256mila le auto nuove transitate tra gennaio e settembre per le aree di Sintermar. Rispetto all’anno precedente, il terminalista ha sbarcato e imbarcato 42mila unità in più, totalizzando un + 17%. Inoltre c’è da segnalare che le «Car Carrier» a Livorno non hanno imbarcato o sbarcato soltanto auto nuove, ma anche cingolati e «mafi-trailer»: la Cilp ha movimentato quest’anno 100 pezzi, e per Sintermar i numeri sono simili. Anche se marginale, si tratta di un traffico nuovo rispetto al recente passato, che potrebbe presto acquisire nello scalo labronico nuovo mercato.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››