SERVICES

Sncf rilancia il porto di Lione / IL PROGETTO

Lione - Sncf Réseau, la società di gestione della rete ferroviaria francese, lancia il potenziamento del porto di Lione: «Ogni anno - dicono dall’azienda, controllata dallo Stato - investiamo tra 700 e 800 milioni di euro per la manutenzione, il rinnovo e lo sviluppo della rete ferroviaria nella regione dell’Alvernia Rodano-Alpi»

Lione - Sncf Réseau, la società di gestione della rete ferroviaria francese, lancia il potenziamento del porto di Lione: «Ogni anno - dicono dall’azienda, controllata dallo Stato - investiamo tra 700 e 800 milioni di euro per la manutenzione, il rinnovo e lo sviluppo della rete ferroviaria nella regione dell’Alvernia Rodano-Alpi. Il nodo ferroviario di Lione (Nfl) svolge un ruolo importante nel funzionamento di questa rete, data la densità e la varietà del traffico locale, nazionale ed europeo che lo attraversa (1.150 treni circolano ogni giorno, metà della flotta Alta velocità nazionale). Un’area - spiegano da Sncf Réseau - che ha più punti di congestione, con l’effetto che un terzo dei ritardi in capo ai viaggiatori in tutta la regione si devono a problemi sul Nfl. Tra le molte azioni che saranno intraprese negli anni a venire, il miglioramento del servizio ferroviario del porto di Lione contribuirà alla decongestione del nodo ferroviario della città francese. Si tratta quindi di un significativo guadagno di tempo per l’accesso al porto che contribuisce a migliorarne l’attrattività. Questo progetto non avrebbe potuto avere successo senza i nostri soci: l’Unione europea, lo Stato, la regione Alvernia Rodano-Alpi, la Metropoli e la Città di Lione e la società idroelettrica Compagnie Nationale du Rhône».

SCARICA IL PROGETTO

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››