SERVICES

Nuova organizzazione e marchio per Gip

Berlino - Il Gruppo investimenti portuali di Genova si è presentato al Fruit Logisticadi Berlino, a un anno esatto dall’attuazione dell’accordo che ha portato i fondi Infracapital e Infravia a controllare il 95% dell’azionariato (il restante 5% è tutt’ora nelle mani della famiglia Schenone)

Berlino - Il Gruppo investimenti portuali di Genova si è presentato al Fruit Logistica di Berlino, a un anno esatto dall’attuazione dell’accordo che ha portato i fondi Infracapital e Infravia a controllare il 95% dell’azionariato (il restante 5% è tutt’ora nelle mani della famiglia Schenone).

«In questo anno di lavoro - spiega Massimiliano Cozzani, da giugno direttore Marketing di Gip - si è proceduto a un’integrazione delle strutture organizzative tra Genova e Livorno e una riorganizzazione delle procedure interne, seguendo le linee guide su etica e tecnologia cui i nostri azionisti attribuiscono grande valore. In questo processo puntiamo anche a comunicare esternamente, per esempio il ridisegno dei nostri marchi - cioè quello di Gip e dei due terminal di Livorno e Genova, Tdt e Sech - il fatto che il gruppo operi in maniera integrata».

Con circa 840 prese per contenitori refrigerati tra Livorno e Genova, Gip dispone una delle maggiori offerte per la logistica portuale del freddo in Italia: «Non siamo i numeri uno, ma paradossalmente oggi questa è la nostra forza sul mercato - commenta Cozzani -. Perché pur essendo ancora un gruppo di medie dimensioni, quindi in grado di lavorare con flessibilità sulle richieste degli armatori, d’altro canto abbiamo già quella dimensione industriale che permette un servizio efficiente».

Il Terminal Sech - in attesa di capire se e quali saranno le integrazioni con l’adiacente terminal Bettolo in costruzione, partecipato in maggioranza da Til, il braccio terminalistico della compagnia svizzera Msc - oggi serve le portacontainer medio-grandi in arrivo a Genova, con banchina unica dedicata. Il Tdt, il maggiore terminal di Livorno, è essenzialmente il porto di collegamento tra l’Italia e le Americhe: «I recenti lavori all’imbocco del porto tra l’altro ci permetteranno di intercettare nuovamente servizi dall’Estremo Oriente». Oltre a Bettolo, Gip azionista anche nel Psa Terminal Voltri-Pra’ e nel Vecon di Venezia.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››