SERVICES

La Spezia, respinto il ricorso degli ambientalisti

La Spezia - Respinto dal Consiglio di Stato il ricorso presentato dall’associazione ambientalista Verdi Ambiente e Società contro gli interventi previsti dal piano regolatore portuale della Spezia.

La Spezia - Respinto dal Consiglio di Stato il ricorso presentato dall’associazione ambientalista Verdi Ambiente e Società contro gli interventi previsti dal piano regolatore portuale della Spezia. Si tratta di interventi sui principali moli spezzini, a favore dello sviluppo del porto commerciale e dello scalo crocieristico. L’associazione aveva già visto rigettato il ricorso presentato in primo grado al Tar.

«Sono soddisfatta del risultato ottenuto con la sentenza: dimostra come l’ente abbia sempre agito nel rispetto delle norme non compiendo alcun abuso nei confronti dei cittadini, che siamo i primi a voler tutelare» ha commentato la presidente dell’ authority Carla Roncallo. L’autorità di sistema portuale si riserva di chiedere, oltre a tutte le spese che dovranno essere adesso pagate dai Vas, anche i danni di immagine. «Sono anni che va avanti la campagna denigratoria delle associazioni ambientaliste contro l’ente. Puntualmente fanno ricorso alla giustizia amministrativa, che ha sempre dato loro torto. Questo modo di procedere non fa altro che rallentare lo sviluppo del porto ma anche quello della nostra città». A rimanere indietro, rimarca Roncallo, non sono solo le opere del Prp ma anche la realizzazione della fascia di rispetto a protezione dei quartieri e l’avvio del nuovo waterfront.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››