SERVICES

Tragedia di Genova, Confetra: «Pronti a collaborare a un’Unità di Crisi»

Roma - «Esprimo a nome dell’intera Confederazione il cordoglio per le vittime e la più calorosa vicinanza alle famiglie, ai sopravvissuti, agli sfollati di questa immane tragedia anzitutto umana»: così commenta il presidente di Confetra – Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica – Nereo Marcucci.

Roma - «Esprimo a nome dell’intera Confederazione il cordoglio per le vittime e la più calorosa vicinanza alle famiglie, ai sopravvissuti, agli sfollati di questa immane tragedia anzitutto umana»: così commenta il presidente di Confetra – Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica – Nereo Marcucci.

«Al dolore associamo la nostra piena disponibilità a collaborare – continua Marcucci - come già sta avvenendo localmente, anche su scala nazionale ad una apposita Unità di Crisi per affrontare le incalcolabili conseguenze trasportistiche, economiche e logistiche, che questa sciagura comporta e comporterà nei prossimi mesi. Il porto di Genova isolato significa la manifattura del nord ovest in ginocchio. E ancora di più si rendono urgenti interventi, dalla Gronda al Terzo Valico, indispensabili per mettere il sistema produttivo nazionale in sicurezza. A ciò associamo l’auspicio che la giustizia faccia presto il suo corso per individuare eventuali responsabilità sull’accaduto».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››