SERVICES

Spirito: «I porti della Campania hanno voltato pagina» / INTERVISTA

«A primavera ultimati i dragaggi alla Darsena Levante. Per la Zona economica speciale mancano solo più due passaggi».

Siamo in autunno: i porti di Napoli e Salerno sono alle prese con i soliti problemi, o l’estate ha portato qualche novità? «I porti della Campania - risponde Pietro Spirito, presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centrale - stanno esprimendo un dinamismo che non consente di continuare a dire che stiamo affrontando sempre gli stessi problemi. Il traffico aumenta in tutti i segmenti di mercato, passeggeri e merci, e questo non accadeva da tempo, da molto tempo. A settembre scadono i termini per la gara sui lavori finalizzati a costruire la nuova stazione passeggeri al Beverello. Sono in corso i lavori di dragaggio a Napoli, e sempre qui si sta realizzando la ristrutturazione dell’Immacolatella vecchia, mentre sono in corso i cantieri per la realizzazione del nuovo sistema fognario e per la costruzione dei nuovi collegamenti stradali. Con Rete Ferroviaria Italiana stiamo progettando il nuovo raccordo. Insomma, la macchina è in moto a pieno regime. Ed è l’ultima volta che rispondo ad una domanda sui “problemi di sempre”. Questo era il passato, e non mi interessa più».

Non possiamo non definirli “i problemi di sempre” fino a quando non se ne tocca con mano la realizzazione, ovvero non si raccolgono i frutti del lavoro fatto... A che punto sono i lavori di dragaggio e quelli per la Darsena di Levante?

«L’operazione di dragaggio è pienamente in corso, e si completerà tra marzo e maggio del prossimo anno. È un lavoro enorme, che prevede di dragare oltre un milione di metri cubi, lungo tutto il fronte del porto di Napoli. Era un quarto di secolo che non si faceva. Con l’operazione di dragaggio si colma la Darsena di Levante per la quale poi occorrerà procedere alle operazioni di bonifica e alla stabilizzazione del terreno».

Può fornire dei tempi certi?

«Sui dragaggi ho già detto. Sulla Darsena, considerate le operazioni di bonifica da realizzare, ci vorranno cinque anni per renderla operativa, compresi anche gli investimenti che il privato dovrà realizzare per le infrastrutture di movimentazione».

Per il Beverello che cosa si è deciso? La prossima estate avremo una nuova stazione marittima per i milioni di passeggeri diretti alle isole?

«Certo non potremo avere disponibile la nuova stazione per il prossimo anno. Come ho detto la gara si conclude a settembre. Poi occorrerà assegnare alla migliore proposta, attendere i tempi dello stand still, e consegnare il cantiere all’impresa. Si realizzerà innanzitutto la biglietteria provvisoria, operazione che consentirà di smantellare l’attuale baraccopoli».

Le previsioni sul movimento crocieristico del prossimo anno parlano di una crescita notevole: il nostro porto è pronto ad accogliere questa mole di crocieristi in manie ra adeguata o abbiamo carenza di ormeggi?

«Nel 2019 il traffico crocieristico registrerà a Napoli un consistente incremento, nell’ordine di un 10% rispetto a un già eccellente 2018. Non ci sarà alcun problema a ospitare le navi e i passeggeri che verranno. Le infrastrutture che abbiamo sono adeguate. Indubbiamente, nella prospettiva dei prossimi anni, siccome crescerà ancora il traffico, Terminal Napoli dovrà realizzare investimenti per allungare le banchine. Ne stiamo già parlando».

Infine la Zona economica speciale per cui lei si è dato molto da fare. Tutto fatto a livello regionale ma tutto fermo a livello governativo: manca infatti la nomina dei componenti del Comitato di indirizzo (la Regione l’ha fatto) e l’ultimo decreto governativo previsto dalla legge...

«Ma anche a livello governativo molto si è fatto. Occorrono solo i due passaggi che lei ha citato. Sono certo che il nuovo governo non si farà sfuggire la grande opportunità di dare alla Campania, e alle regioni meridionali, uno strumento per attrarre investimenti. Continuerò la mia opera con determinazione perché si giunga rapidamente alle decisioni necessarie».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››