SERVICES

Export italiano in ripresa a gennaio: +2,5% su dicembre

Roma - A gennaio 2019 le esportazioni italiane sono in recupero (+2,5%) rispetto a dicembre, mentre le importazioni si riducono (-4,1%).

Roma - A gennaio 2019 le esportazioni italiane sono in recupero (+2,5%) rispetto a dicembre, mentre le importazioni si riducono (-4,1%). Lo comunica l’Istat. Anche su base annua l’export cresce +2,9% con un’espansione sia nell’area extra Ue (+5,4%) sia, in misura più contenuta, nei paesi Ue (+1,2%). I mercati extra Ue trainano anche sul dato mensile (+5,9%), mentre quelli Ue sono stazionari. I paesi che contribuiscono di più alla crescita dell’export sono Stati Uniti (+18%), Svizzera (+13,0%), Francia (+3,3%) e Regno Unito (+6,1%).

Tra i settori più dinamici per le esportazioni a gennaio, l’Istat segnala articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+19,2%), macchinari e apparecchi n.c.a. (+6,2%), metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+5,2%), prodotti alimentari, bevande e tabacco (+5,9%) e articoli in pelle, escluso abbigliamento, e simili (+8,3%). Sono in diminuzione, invece, le esportazioni di prodotti petroliferi raffinati (-28,6%) e di autoveicoli (-16,4%). L’export di prodotti dell’industria farmaceutica e dei macchinari verso gli Stati Uniti e della pelletteria e dei prodotti in metallo verso la Svizzera forniscono il contributo più ampio all’aumento tendenziale delle vendite all’estero.
Su base annua le importazioni aumentano dell’1,7%, grazie al forte incremento degli acquisti dai paesi extra Ue (+5,6%). I prezzi all’importazione a gennaio sono ancora in flessione (-0,5% sul mese) da novembre 2018. Sull’anno, il dato è in aumento, ma con la crescita più bassa da novembre 2016 (+0,4%).(

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››