SERVICES

Grimaldi: «Multipiano Savona, la nostra scommessa sulle banchine liguri»

Genova - «Il 2019 è iniziato discretamente bene - risponde l’armatore Guido Grimaldi -. Ci siamo prefissati come ogni anno l’obiettivo di migliorare costantemente i nostri servizi, sia per i passeggeri che per le merci».

Genova - Come è iniziato per Grimaldi, dal punto di vista dei traffici in Liguria, il 2019? E quali sono le previsioni di chiusura dell’anno - per quanto riguarda passeggeri e merci - sulle vostre rotte che interessano i porti di Genova e Savona? «Il 2019 è iniziato discretamente bene - risponde l’armatore Guido Grimaldi -. Ci siamo prefissati come ogni anno l’obiettivo di migliorare costantemente i nostri servizi, sia per i passeggeri che per le merci, per cui sulla linea Genova-Palermo abbiamo introdotto partenze dirette per garantire alla clientela un servizio eccellente, e sulla linea Genova-Catania abbiamo messo una nave più grande per offrire maggiori spazi. Anche sull’asse Genova-Malta abbiamo migliorato l’offerta con una partenza diretta del sabato. Abbiamo inoltre potenziato tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019 i nostri servizi dal Nord Italia per la Sardegna dando avvio alla linea Genova-Porto Torres con una nave dedicata e tre partenze settimanali e introducendo dalla quarta settimana del 2019 un servizio Genova-Cagliari diretto. Per quanto riguarda la nostra offerta commerciale da Savona possiamo dire che l’anno è cominciato bene: il settore cargo ha registrato nelle prime 15 settimane dell’anno una crescita sull’asse Savona-Barcellona. L’inaugurazione a maggio del multipiano nel nostro terminal di Savona sarà un ulteriore incentivo allo sviluppo dei nostri traffici grazie ai maggiori spazi che potremo garantire alla nostra clientela. Complessivamente il numero di merci movimentate tra camion e semirimorchi dalla Grimaldi tra Savona e Genova è aumentato rispetto al 2018. Ci proponiamo di vedere un’ulteriore crescita ma la tendenza positiva ci fa ben sperare».

Quali sono le linee passeggeri in partenza da Savona dalle quali vi aspettate i numeri più alti e quali, invece, quelle che potrebbero avere quest’anno qualche flessione rispetto al 2018?

«Da Savona abbiamo un servizio settimanale passeggeri tra Savona-Barcellona e Tangeri che effettuiamo con la nostra nave “Cruise Smeralda”. Le prime settimane dell’anno sono state in linea con il 2018 e prevediamo di chiudere l’anno 2019 mantenendo lo stesso trend».

In che modo il crollo di Ponte Morandi ha impattato e sta impattando sulla attività del gruppo Grimaldi nei porti di Genova e Savona?

«Il tragico crollo del Ponte Morandi ci ha profondamente scossi per la perdita di vite umane e credo abbia segnato per sempre la città di Genova, città a cui io sono molto legato. Genova però è una città di grande dinamismo e reattività e dopo i primi giorni di disagi ha subito trovato soluzioni alternative per garantire una viabilità intelligente per cui l’uso della cosiddetta “Strada del Papa” ci ha consentito e soprattutto ha consentito ai nostri clienti di raggiungere il porto di Genova senza grandi problemi. Possiamo sostanzialmente dire di non aver subito grandi disagi e per questo ringraziamo l’amministrazione del capoluogo ligure».

Quali sono i progetti di sviluppo del gruppo che interessano lo scalo del capoluogo ligure e Savona?

«A maggio inaugureremo a Savona, all’interno del nostro terminal, un garage multipiano di quattro piani con una capacità di ospitare oltre 3.000 auto che ha rappresentato per la nostra compagnia un investimento di sette milioni di euro. Il miglioramento costante dei servizi offerti alla nostra clientela, unito all’impiego di navi sempre più performanti sono la prova tangibile della volontà del gruppo Grimaldi di continuare a investire in una regione centrale per il nostro business quale è la Liguria».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››