SERVICES

La Bahri Yambu è arrivata a Genova

Genova - La nave cargo battente bandiera della Saudi Arabia carico di armi Bahri Yambu è attraccato stamani verso le 6 al terminal Gmt del porto di Genova.

Genova - La nave cargo battente bandiera della Saudi Arabia carico di armi Bahri Yambu è attraccato stamani verso le 6 al terminal Gmt del porto di Genova. Il collettivo autonomo lavoratori portuali ha raggiunto il terminal e bloccato l’ingresso degli ormeggiatori del porto con lo striscione “Stop ai traffici di armi, guerra alla guerra” ma gli ormeggiatori sono stati fatti passare via mare e la nave si trova ora all’ormeggio. Anche il presidio indetto dalla Filt Cgil in contemporanea con lo sciopero si trova ora a ponte Etiopia. «Vogliamo segnalare all’opinione pubblica nazionale e non solo che, come hanno già fatto altri portuali in Europa, non diventeremo complici di quello che sta succedendo in Yemen» hanno scritto in un comunicato i segretari Filt Enrico Ascheri ed Enrico Poggi. La Filt questa mattina potrebbe chiedere un incontro con il prefetto Fiamma Spena.

La Bahri Yambu è entrata in porto alle 5 di stamani scortata da due motovedette della Capitaneria di porto di Genova e ha terminato le operazioni di attracco alle 6,10. Le operazioni di carico cominceranno a minuti e termineranno non prima delle 21. La partenza della nave cargo con destinazione Jeddah è prevista, secondo quanto appreso, dopo le 22 di stasera.

«Questa nave scala regolarmente il porto di Genova da circa 4-5 anni. Credo che la protesta sia legata a quanto successo in Francia dove è stata vibrata. Probabilmente la consapevolezza di quali sono le merci trasportate è arrivata fino a noi e c’è stata questa sensibilità sull’accosto». Lo ha detto il comandante della Guardia costiera ligure, ammiraglio Nicola Carlone, a proposito dello sciopero dichiarato dai portuali genovesi per il cargo Bahri Yanbu che ha a bordo armi che potrebbero essere destinate a paesi arabi in guerra, parlando a margine del convegno sulla Via della Seta nella sede dell’Autorità portuale. Detto questo, la Capitaneria effettuerà i controlli a bordo della nave per verificare che le merci siano stivate in sicurezza.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››