SERVICES

La Libia sequestra due petroliere e arresta 20 marittimi / IL CASO

Tripoli - Le autorità libiche hanno sequestrato due petroliere straniere e hanno arrestato i membri degli equipaggi per presunto contrabbando di greggio.

Tripoli - Le autorità libiche hanno sequestrato due petroliere straniere e hanno arrestato i membri degli equipaggi per presunto contrabbando di greggio. La Guardia costiera aveva intercettato le due navi giovedì, due chilometri al largo di Sidi Said, vicino Zuwara, città costiera nel centro del Paese: si tratta della “Ruta”, battente bandiera ucraina, e della “Stark”, bandiera congolese, secondo quanto ha riferito il generale Ayoub Qassem, spiegando che la Guardia costiera ha monitorato le due petroliere fino a venerdì mattina, quando ha deciso di passare all’azione. Secondo l’ufficiale, i marittimi delle due navi erano pesantemente armati e scortati da piccole imbarcazioni. Hanno opposto resistenza, ma le navi sono state infine sequestrate dopo «più tre ore di scontri a fuoco». Qassem ha sostenuto che dalle navi hanno sparato contro la Guardia costiera con kalashnikov e mitragliatrici.
Sono stati arrestati 14 membri ucraini dell’equipaggio della “Ruta”, oltre a quattro turchi e due georgiani della “Stark”. Sulla prima petroliera c’erano circa 3.300 tonnellate di greggio e altre 1.236 tonnellate erano a bordo della “Stark”. I membri degli equipaggi saranno processati a Tripoli.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››