SERVICES

Autostrade, la stangata dei concessionari

Roma - Arrivano nuovi aumenti delle tariffe autostradali.Con l’anno nuovo entrano in vigore infatti gli adeguamenti previsti dal ministero dei Trasporti, che alzano in media i costi per gli automobilisti del +2,74%, mentre lo scorso anno la crescita era appena dello 0,77%

Roma - Arrivano nuovi aumenti delle tariffe autostradali. Con l’anno nuovo entrano in vigore infatti gli adeguamenti previsti dal ministero dei Trasporti, che alzano in media i costi per gli automobilisti del +2,74%, mentre lo scorso anno la crescita era appena dello 0,77%. In alcune tratte però l’aumento è molto più consistente della media: come sulla Rav, Aosta Ovest-Morgex, dove la tariffa sarà del +52,69% (quasi tre euro in più), per recuperare quanto non aumentato dal 2014 a oggi.

Sulla tratta Torino-Milano il pedaggio cresce dell’8,34% (+4,6% nel 2016) e del +13,91 sulla Milano Serravalle (A7). Per fare un esempio, la tratta Tortona-Binasco (54 km) salirà da 3,20 a 3,60 euro. Torino e Milano sono - come lo scorso anno - le città più colpite dagli aumenti.

Il colpo è più pesante su alcune tratte, specialmente al Nord, piuttosto che su altre dove gli aumenti sono inferiori in percentuale ma comunque non indifferenti per le famiglie e le aziende di trasporti. Anche perché l’aumento è in media ben superiore all’inflazione del nostro Paese. All’aggiornamento delle tariffe sono interessate 24 concessionarie.

L’aumento medio per il gruppo Autostrade - la principale rete italiane, del gruppo Atlantia - sarà da dopodomani del +1,51%. Mentre l’aumento delle tariffe del gruppo Sias, controllato da Gavio, del +3,02%.


TRATTA PER TRATTA

In particolare, guardando le tratte che collegano il Nord Italia, gli aumenti sono dell’1,67% per il Brennero, del 2,08% per la Brescia-Padova, dello 0,98% per l’Autostrada dei Fiori (Genova-Ventimiglia), del +2,10% per la Salt (Sestri Levante-Livorno e La Spezia-Parma), dell’1,33% per la Sat (Livorno-Civitavecchia). La Sitaf (che gestisce il traforo del Frejus) aumenta la tariffa del 5,71%. Milano è tra le città più colpite. La Brescia-Bergamo-Milano ad esempio aumenta la tariffa autostradale del 4,69%. Così come accade sulla Tangenziale est di Milano, +2,70%. La Pedemontana Lombarda aumenta dell’1,70%. Sulla Torino-Milano il pedaggio cresce dell’8,34%, mentre aumenta dell1,67% la Torino-Piacenza e del 2,79% la Torino-Savona.

In centro Italia, le tariffe della Strada dei Parchi crescono del 12,89% (riguardano la A24 e la A25 tra il Lazio e l’Abruzzo). Al sud invece gli aumenti sono del +5,98% per le Autostrade meridionali (la Napoli-Salerno) e del +4,31% per la tangenziale di Napoli. Le restanti tratte autostradali del paese invece rimangono invariate.

AUMENTI FINO A TRE EURO

Sulle autostrade di conseguenze le tariffe possono aumentare da qualche decina di centesimi fino anche ai tre euro. Sulla tratta Lodi-Milano Sud, ad esempio, la tariffa passa da 2,30 a 2,40 euro. Sulla Milano Est-Bergamo gli automobilisti dovranno pagare 3,50 euro, dieci centesimi in più di quanto previsto quest’anno, così come sulla Firenze Sud-Firenze Scandicci. Per la tratta Milano Ghisolfa-Rondissone la tariffa passa da 15,60 a 16,80 euro. Sulla Aosta Ovest-Morgex, dove in percentuale la crescita è la maggiore in assoluto, il costo per una tratta da 31 chilometri sale da 5,60 a 8,40 euro.

IL CRITERIO DI CALCOLO

L’aggiornamento delle tariffe diffuso ieri è annuale ed è deciso dal ministero dei Trasporti guidato da Graziano Delrio: ogni concessionaria autostradale, in sostanza, in base all’inflazione del Paese e al recupero degli investimenti avanza la sua richiesta al Mit che concede o meno l’aumento. L’intenzione del ministero è quello di premiare le compagnie autostradali che si sono comportate meglio, tenendo conto della qualità del servizio, del recupero della produttività e degli investimenti. Secondo l’Unione nazionale dei consumatori, si tratta però «di aumenti inaccettabili», che mandano in tilt i bilanci dei pendolari.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››