SERVICES

Falla nella sicurezza dei treni Shinkansen, il conto lo pagano i manager

Tokyo - Il presidente di una linea ferroviaria giapponese ad alta velocità ha deciso il taglio degli stipendi di alcuni top manager a causa di un problema scoperto di recente che ha minato la sicurezza del servizio dei treni proiettile, i famosi Shinkanse.

Tokyo - Il presidente di una linea ferroviaria giapponese ad alta velocità ha deciso il taglio degli stipendi di alcuni top manager a causa di un problema scoperto di recente che ha minato la sicurezza del servizio dei treni proiettile, i famosi Shinkansen. Dopo alcuni controlli è venuto a galla che la West Japan Railway (Jr West) ha continuato a tenere in servizio un treno superveloce pur sapendo che uno dei vagoni presentava delle anomalie, con una fessura non sottoposta immediatamente a riparazione.

Una decisione che secondo il numero uno di Jr West, Tatsuo Kijima, ha indebolito la fiducia dei passeggeri sull’affidabilità del servizio Shinkansen. Dodici dirigenti del gruppo subiranno una riduzione dello stipendio e lo stesso presidente Kijima e il capo delle operazioni rinunceranno a tre mesi di stipendio. Le nuove procedure, informa l’operatore, riguarderanno un aumento del personale incaricato, e ispezioni più adeguate in grado di individuare rapidamente eventuali anomalie. Inaugurati nel 1964, poco prima delle Olimpiadi di Tokyo, i treni Shinkansen raggiungono velocità di punta di 320 chilometri orari e sono unanimemente considerati tra i mezzi di trasporto più sicuri al mondo, con un tasso di “ritardi” medio che si aggira annualmente sui 30/40 secondi, una cifra irrisoria che tiene in considerazione anche degli eventi naturali non prevedibili.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››