SERVICES

«Maltempo prevedibile, Ryanair paghi il ritardo»

Alcamo - C'è un regolamento europeo (n. 261/2004) che impone alle compagnie aeree di indennizzare i passeggeri per le cancellazioni dei voli e per ritardi oltre certe soglie, proporzionate alle distanze. Quando ricorrono le circostanze, l’indennizzo è la regola

Alcamo - C'è un regolamento europeo (n. 261/2004) che impone alle compagnie aeree di indennizzare i passeggeri per le cancellazioni dei voli e per ritardi oltre certe soglie, proporzionate alle distanze. Quando ricorrono le circostanze, l’indennizzo è la regola, e se la compagnia non vuol pagare, le spetta l’onere della prova: circostanze eccezionali tali, da esimerla dall’obbligo. A volte le compagnie, come presunta circostanza eccezionale, evocano il maltempo. Ma ieri il giudice di pace di Alcamo (Trapani) ha dato torto a Ryanair e ragione a un passeggero che con la scusa della pioggia si era visto negare il previsto indennizzo di 250 euro, dopo l’atterraggio a Trapani (da Bergamo) con più di tre ore di ritardo. Il maltempo, dice la sentenza, è circostanza ordinaria e prevedibile: una compagnia aerea si può e si deve attrezzare. Il fatto risale al 14 giugno 2016. Ryanair si riserva di valutare se fare Appello. Cos’è invece circostanza eccezionale che giustifichi ritardo o cancellazione? «Il vulcano islandese che qualche anno fa ha riempito di cenere i cieli di mezza Europa è circostanza eccezionale» dice l’avvocato Antonio Spanò, 43 anni, di Marsala, che ha difeso il cliente davanti a Ryanair. «Anche una bufera lo sarebbe. Ma un po’ di pioggia no, e neanche quel po’ di nebbia con cui a volte i vettori provano a giustificarsi». Il legale racconta un dettaglio curioso: «I passeggeri del Bergamo-Trapani che hanno fatto causa a Ryanair per l’indennizzo erano tre, ma solo il mio è dovuto andare in giudizio». Come mai? «Le compagnie si affidano a più legali. I casi di due dei tre viaggiatori sono stati presi in carico da legali che hanno suggerito accordi stragiudiziali. Invece l’avvocato che da difeso la compagnia contro il mio cliente è voluto andare a giudizio»

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››