SERVICES

Troppi treni ad alta velocità, la Regione Toscana protesta

Firenze - La Regione Toscana protesta col ministero dei Trasporti per i disagi provocati ai passeggeri dei treni regionali dal moltiplicarsi di quelli ad alta velocità.

Firenze - La Regione Toscana protesta col ministero dei Trasporti per i disagi provocati ai passeggeri dei treni regionali dal moltiplicarsi di quelli ad alta velocità. L’assessore ai Trasporti Vincenzo Ceccarelli ha scritto di nuovo al ministro Danilo Toninelli, oltre che al Gruppo Fs e alle Autorità per la Regolazione dei Trasporti e per la Concorrenza. «Da mesi continuo a recepire segnalazioni di cittadini e di amministratori pubblici che evidenziano i danni prodotti dal proliferare sfrenato dei servizi ad alta velocità», spiega Ceccarelli. «Ad ogni cambio orario i servizi regionali nel Nodo fiorentino si piegano alle esigenze dell’Alta Velocità».

«Sulla linea Aretina il servizio cadenzato con orario mnemonico, su cui si era faticosamente costruito un sistema integrato ferro-gomma in tante stazioni, è stato smantellato, perdendo le corrispondenze fra i vari vettori», aggiunge l’assessore. «I treni modificati nell’orario non si contano più, da quelli come il 6604 Chiusi CT-Pistoia, che dal Valdarno porta a Firenze quasi un migliaio di persone, a treni apparentemente meno significativi, come il 6583 Prato Centrale-Firenze Campo Marte, che, posticipato di soli 5 minuti, ha messo in crisi decine di lavoratori impossibilitati ad entrare in orario al lavoro». Già a giugno Ceccarelli aveva chiesto un incontro al ministro dei Trasporti, con la partecipazione dei comitati dei pendolari, ma senza ottenere risposta. «Se il ministero continuerà ad essere sordo rispetto alle nostre sollecitazioni e le autorità competenti continueranno a consentire questo che ormai è lecito definire un sopruso ai danni dei più deboli», annuncia Ceccarelli, «credo che non resterà altro da fare se non assumere iniziative meno istituzionali, per essere ascoltati».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››