SERVICES

Fs continua l’espansione nel Regno Unito: vinta la gara West Coast

Roma - La controllata britannica Trenitalia Uk (al 100% di Trenitalia) si è aggiudicata insieme alla multinazionale FirstGroup la gara per la gestione del franchise ferroviario della West Coast inglese, che comprende i collegamenti InterCity tra Londra e la Scozia.

Roma - Le Ferrovie dello Stato si espandono ulteriormente nel mercato inglese. La controllata britannica Trenitalia Uk (al 100% di Trenitalia) si è aggiudicata insieme alla multinazionale FirstGroup la gara per la gestione del franchise ferroviario della West Coast inglese, che comprende i collegamenti InterCity tra Londra e la Scozia. Nel Regno Unito il Gruppo italiano è presente dal 2017 con i collegamenti tra Londra e la costa orientale. «Rafforziamo la nostra presenza», commenta l’a.d. Gianfranco Battisiti, che punta a «crescere ulteriormente nel Regno Unito e altrove nei prossimi anni». Il nuovo successo internazionale per le Fs, annunciato dal Dipartimento dei trasporti britannico, assegna a Trenitalia Uk e FirstGroup (rispettivamente al 30% e 70%) dal 2019 al 2031 la gestione del franchise della West Coast inglese, che comprende i collegamenti InterCity fra Londra, Manchester, Chester, Liverpool, Preston, Edimburgo e Glasgow: un sistema che trasporta ogni anno 39 milioni di passeggeri con 76 treni e 300 collegamenti giornalieri, e che nell’ultimo anno ha avuto ricavi per oltre 1,25 miliardi di euro con previsione di crescita nei prossimi anni.

L’accordo prevede anche lo sviluppo e l’introduzione a partire dal 2026 dei nuovi servizi sulla nuova linea ad alta velocità (High Speed 2) da Londra a Birmingham (160 km) che, una volta completata, collegherà circa 30 milioni di persone. La nuova partnership prevede inoltre l’ammodernamento dell’intera flotta di 56 treni Pendolino con 25.000 nuovi posti passeggeri. Entro il 2022 verranno inoltre offerti più di 260 servizi aggiuntivi alla settimana con 10 nuovi treni elettrici e 13 treni bi-modali, anche in sostituzione dei diesel ancora in uso, con una riduzione delle emissioni di CO2 del 61%. Inoltre verranno installati, nelle stazioni e nei depositi, pannelli solari e sistemi di condizionamento `green´. «L’aggiudicazione di questa gara rappresenta un altro passo significativo nella nostra ambizione di svolgere un ruolo importante nel settore ferroviario del Regno Unito», sottolinea Battisiti. Le Fs sono sbarcate nel Regno Unito nel 2017, con l’acquisizione di c2c, operatore che collega Londra e Shoesburyness con 400 collegamenti e 26 stazioni, rilevato per 72,6 milioni di sterline. A partire da quell’acquisizione «la nostra penetrazione del mercato britannico si è notevolmente rafforzata, attraverso investimenti in tecnologia e servizi ai clienti. Trenitalia - conclude Battisti - è ora uno dei principali operatori ferroviari in Europa: presente nei mercati francese, tedesco, greco e in partnerhisp austriaco e svizzero, oltrechè in Italia e nel Regno Unito».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››