SERVICES

Commodities, i big si preparano all’era delle navi autonome

Genova - Non solo treni: l’obiettivo è mettere un piede anche nel trasporto marittimo senza equipaggio.

Genova - L’industria mineraria guarda al futuro e pensa alla necessità di mettere a punto un modello di business alternativo. Nuova mentalità, nuove partnership e un nuovo modo di gestire gli investimenti.

«Le compagnie del settore minerario devono imparare a creare nuovi legami per perseguire l’innovazione e competere con i nuovi giganti nella ricerca di talenti» ha dichiarato Jean-Sebastien Jacques, Ceo del Rio Tinto Group, multinazionale anglo-australiana che si occupa di ricerca, estrazione e lavorazione di risorse minerarie. Il settore minerario si è ripreso dalla crisi del 2015-2016 ma si trova adesso ad affrontare ancora venti contrari, provenienti dalle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, e, soprattutto, a dover combattere per riguadagnare la fiducia degli investitori.

Acquista una copia digitale dell’Avvisatore Marittimo per continuare la lettura

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››