Apl: "I porti cinesi stanno tornando pienamente operativi"

Con la ripartenza dei servizi di autotrasporto, i carichi arretrati “vengono rapidamente smaltiti”, restituendo quindi fluidità ai movimenti dei container

Il porto di Shanghai

Genova - La Cina sta tornando alla normalità. In un ultimo aggiornamento sull'impatto del coronavirus, la compagnia Apl ha comunicato che i principali porti costieri della Cina continentale in questo momento “operano a livelli di produttività normali”. Con la ripartenza dei servizi di autotrasporto, i carichi arretrati “vengono rapidamente smaltiti”, restituendo quindi fluidità ai movimenti dei container, secondo la compagnia di navigazione. Nei giorni scorsi ottimismo era stato diffuso anche da Oocl.

Da oggi, 9 marzo, la maggior parte degli uffici Apl ha ripreso a lavorare a pieno regime, tranne nei seguenti luoghi: negli uffici della Cina settentrionale i dipendenti opererani alternando gruppi divisi i smart working e ufficio; a Wuhan, Yichang e Yangtze, i dipendenti di Apl continueranno a fornire servizi a distanza.

©RIPRODUZIONE RISERVATA