Continuità territoriale, la ministra: "Decide la Sardegna"

De Micheli: "A novembre ho ricevuto il presidente della Regione e gli assessori e ho fatto loro presente che quel modello non può essere accolto in Europa. La Sardegna ha deciso di andare avanti lo stesso".

Genova - «Per quanto riguarda la continuità territoriale la responsabilità delle decisioni è legata alla Regione Sardegna che decide quale modello proporre all'Europa», così la ministra dai trasporti e alle infrastrutture Paola De Micheli a Fortezza a margine del sopralluogo al tunnel di base del Brennero, dove ha incontrato la commissaria Ue Adina Valean. «A novembre ho ricevuto il presidente della Regione e gli assessori e ho fatto loro presente che quel modello non può essere accolto in Europa. La Sardegna ha deciso di andare avanti lo stesso. Noi abbiamo dato tutta la nostra disponibilità - e sottolineo tutta! - alla Regione per affiancarci nell'ambito dello studio dei flussi, dal quale dovrà partire la nuova gara di continuità territoriale. Per il Governo c'è un punto imprescindibile che sono i residenti, per i quali deve essere garantita la continuità, in ogni caso.

Questa vicenda - ha aggiunto la ministra - si incrocia con la vicenda Air Italy. La prossima settimana ci sarà un tavolo, per il quale il Governo ora cerca soluzioni possibili. Non escludo che saranno necessari ulteriori interventi del Governo per supportare le decisioni che la Sardegna prenderà il più presto possibile e speriamo in accordo con l'Unione europea», ha concluso De Micheli.