Dalla petroliera in fiamme una scia lunghissima di carburante

La nave trasporta 270.000 tonnellate di greggio e 1.700 tonnellate di diesel

Genova - La petroliera New Diamond, colpita da un incendio la scorsa settimana, ha lasciato una scia di carburante lunga un chilometro nell'Oceano indiano al largo dello Sri Lanka. Le fiamme, divampate nuovamente ieri, sono state spente oggi. Una quantità di diesel, però, è finita in acqua. la nave trasporta 270.000 tonnellate di greggio e 1.700 tonnellate di diesel della Indian Oil Corporation (ioc). La New Diamond era partita dal kuwait, il 23 agosto, ed era diretta al porto indiano di Paradip, dove avrebbe dovuto attraccare sabato. Il primo incendio è scoppiato giovedì scorso, mentre la nave si trovava non lontano dallo Sri Lanka, dopo l'esplosione di una caldaia. I soccorritori hanno detto che l'incendio non ha raggiunto il carico di petrolio. Si ipotizza che il diesel sia invece fuoriuscito quando i serbatoi di stoccaggio del carburante della nave si sono rotti e il contenuto si è mescolato con l'acqua di mare pompata per spegnere le fiamme. La guardia costiera indiana ha reso noto di aver schierato aerei per ripulire la chiazza di petrolio con agenti chimici e mitigare l'impatto ambientale. Il procuratore capo dello Sri Lanka ha chiesto alle autorità marittime locali di notificare ai proprietari del cargo una richiesta di risarcimento danni.