Crociere, Royal Caribbean si ferma sino a primavera

Il gruppo ha deciso di sospendere le partenze, tranne quelle di due navi in Asia

Genova - Royal Caribbean ha annunciato che cancellerà tutte le crociere in programma a marzo e aprile 2021, seguendo l’esempio di Carnival e Norwegian Cruise Line di rinunciare alle partenze a marzo a causa di una combinazione della crisi sanitaria globale e del raggiungimento dell'approvazione del governo per salpare di nuovo.

 

La compagnia ha dichiarato che a seguito del cambiamento le partenze non potranno riprendere almeno sino al 1 maggio 2021. Ci sono due eccezioni: Quantum of the Seas continua a salpare da Singapore, come avviene da dicembre. E poi le partenze della Cina sulla Spectrum of the Seas, sospese dal 16 al 28 febbraio. Negli Stati Uniti quindi lo stop durerà un anno esatto.  L'annuncio da parte di Royal Caribbean conferma i timori di molti fan delle crociere che, nonostante la decisione del Center for Disease Control (CDC) degli Stati Uniti di revocare il No Sail Order nell'ottobre 2020, non ci sono ancora segnali nelle crociere che effettivamente riprenderanno presto. Royal Caribbean ha ammesso che sarà necessario più tempo prima che le crociere possano riprendere. Prima del nuovo ciclo di sospensioni, Royal Caribbean aveva cancellato le crociere fino alla fine di febbraio 2021, ma ora estenderà la finestra per altri due mesi.