La Savannah è a rischio demolizione, ora gli Stati Uniti tentano di salvare la prima nave nucleare al mondo

La nave era utilizzata come vetrina per raccontare al mondo il successo dell'energia atomica: poteva trasportare passeggeri e merci. Oggi è ancorata in disarmo e il governo americano vuole trasformarla in museo. Ma servono soldi (tanti) e progetti adeguati.

MarAd, l'amministrazione marittima degli Stati Uniti, chiede un aiuto per garantire un dignitoso futuro alla prima nave da trasporto passeggeri a propulsione nucleare mai costruita al mondo. La Savannah, il transatlantico costruito nel 1962, sta per entrare in una fase cruciale della propria esistenza.

Il reattore nucleare della nave dovrebbe essere rimosso entro il 2031 e MarAd ha iniziato a valutare le opzioni dell’unità che è diventata punto di riferimento storico nazionale nel 1991.

Idealmente MarAd vorrebbe evitare di demolire la nave, quindi l'agenzia ha proposto una serie di opzioni che includono la conservazione della Savannah per la trasformazione in un museo galleggiante. MarAd è disponibile a donare la nave a un'organizzazione senza scopo di lucro o a stabilire una partnership pubblico-privata.

La nave potrebbe anche essere noleggiata, anche se pare improbabile che una compagnia di navigazione possa essere interessata a riattivare la Savannah per una rotta commerciale.

Se non si riuscisse a preservare la nave, MarAd ha comunicato di essere pronta a valutare la possibilità di affondarla e renderla una barriera artificiale. L’opzione più dolorosa è la demolizione.

La storia della Savannah coincide con quella dello shipping americano. Alla fine degli anni '50, il presidente degli Stati Uniti Dwight Eisenhower voleva sviluppare diverse applicazioni pacifiche per l'energia nucleare. Come parte del programma "Atoms for Peace", MarAd commissionò la Savannah, una moderna nave da carico e passeggeri che avrebbe dimostrato la possibilità di alimentare le navi mercantili con reattori nucleari. George G Sharp, l'architetto navale responsabile di alcune delle migliori navi passeggeri Usa, creò un'elegante nave bianca che è stata descritta da molti come la più bella mai costruita negli Stati Uniti.

Quell'aspetto attraente non era casuale. La Savannah doveva essere una vetrina mondiale e quindi doveva avere un bell'aspetto. Lo scopo era più dimostrativo che commerciale. Nonostante questo, la nave vantava stive di carico di discreto volume, mentre 60 passeggeri erano alloggiati in spazi lussuosi, arredato con un tema “atomico” ultramoderno.

La Savannah ha effettuato viaggi commerciali, principalmente in Europa, sotto la gestione di compagnie di navigazione statunitensi per quasi un decennio.

All'inizio degli anni '70 con il carico quasi totalmente trasportato in container, la Savannah divenne obsoleta.