Los Angeles recupera alla fine e supera i 9 milioni di teu

L'Authority esulta: "E' stato merito dei nostro portuali che hanno gestito bene i notevoli picchi di questo strano 2020"

Genova - Il porto container più trafficato degli Usa nel 2020 ha movimentato 9,2 milioni di teu. Lo ha annunciato il direttore esecutivo del porto di Los Angeles Gene Seroka. L’impennata di fine anno della spesa dei consumatori è stata indotta dalla pandemia e ha contribuito ad aumentare i volumi fino a raggiungere i livelli del 2019, rendendo così il 2020 il quarto anno con il volume più alto nella storia del porto.

 

"La nostra attività di container nel 2020 è stata la più irregolare che abbiamo mai visto, con volumi che sono crollati di quasi il 19% nei primi cinque mesi dell'anno, seguiti da un'impennata senza precedenti nella seconda metà", ha detto Seroka. “La nostra forza lavoro lungo la costa ha fatto un ottimo lavoro adattandosi alle enormi oscillazioni di volume, così come i camionisti portuali e tutti gli altri coinvolti nello spostamento delle merci attraverso il nostro porto. In un anno di grandi difficoltà, siamo estremamente grati per la tenacia e la determinazione di tutti i nostri partner ".

"Los Angeles è uno dei più grandi centri di commercio del mondo ed è grazie al nostro porto", ha detto il sindaco di Los Angeles Eric Garcetti, che durante l'evento ha consegnato un videomessaggio registrato in anticipo. "Il nostro successo è un merito per i proprietari di merci che ripongono la loro fiducia in noi e per gli sforzi instancabili dei nostri lavoratori di lungo mare, dei nostri operatori terminalistici, dei nostri camionisti e di tutti i lavoratori essenziali lungo la catena di fornitura che mantengono la nostra economia in movimento nei momenti più difficili. "

I volumi di carico del porto del terzo e quarto trimestre 2020 sono aumentati del 50% rispetto alla prima metà dell'anno, con il porto che ha gestito un notevole 94% di traffico in più la settimana prima di Natale rispetto alla stessa settimana del 2019. Il porto ha completato l'anno in calo di circa 1,5% rispetto ai volumi di carico del 2019.