A Saipem e ai cantieri Daewoo una maxi commessa di Petrobras

Le due aziende eseguiranno l'intero progetto Fpso che comprende l'ingegneria, l'approvvigionamento, la fabbricazione e l'integrazione dei moduli di processo dell'unità Fpso,

Genova - Saipem, leader di una joint venture con il gruppo sudcoreano delle costruzioni navali e offshore Daewoo Shipbuilding Marine Engineering (Dsme), si è aggiudicata un contratto da Petreleo Brasileiro (Petrobras) per la costruzione di un'unità galleggiante di produzione e stoccaggio (Fpso), denominata P-79, per lo sviluppo del campo offshore di Buzios in Brasile. Il progetto Fpso P-79 ha un valore complessivo di circa 2,3 miliardi di dollari e la quota di Saipem è pari a circa 1,3 miliardi. La Fpso consentirà l'iniziale separazione del gas dal petrolio estratto nel giacimento offshore in acque profonde e raggiungerà una capacità produttiva di 180.000 barili di petrolio al giorno e 7,2 milioni di metri cubi di gas al giorno, con una capacità di stoccaggio di 2 milioni di barili di petrolio.

Saipem e Dsme eseguiranno l'intero progetto Fpso che comprende l'ingegneria, l'approvvigionamento, la fabbricazione e l'integrazione dei moduli di processo dell'unità Fpso, oltre all'installazione dei sistemi di ormeggio, l'hook up, la messa in servizio e l'avviamento. Il giacimento petrolifero di Buzios, il più grande del mondo in acque profonde, è nella regione del bacino pre-salt di Santos, a circa 200 km dalla costa di Rio de Janeiro, ad una profondità compresa tra 1.600 e 2.100 metri. Saipem è già presente nel giacimento con progetto di installazione di un sistema sottomarino basato su riser rigidi. 'Questo progetto rappresenta un passo avanti fondamentale nella nostra strategia di diversificazione del portafoglio ordini«, ha detto Maurizio Coratella, chief operating officer della divisione E&C Onshore.