Msc e Shell, accordo per le navi a zero emissioni

Le due aziende lavoreranno a combustibili a emissioni zero e sulle tecnologie che li consentiranno, comprese le celle a combustibile

Il colosso dell'energia Shell e la compagnia Mediterranean Shipping Company (MSC) hanno unito le forze per accelerare la decarbonizzazione del settore.
Le due aziende hanno firmato un memorandum d'intesa a lungo termine che prevede di "sviluppare una gamma di tecnologie sicure, sostenibili e competitive in grado di ridurre le emissioni dalle risorse esistenti e contribuire a consentire un futuro a zero per il trasporto marittimo".

I team tecnici e commerciali collaboreranno per sviluppare e implementare soluzioni come i combustibili a emissioni zero e le tecnologie che li consentiranno, comprese le celle a combustibile.

Le due aziende hanno anche affermato che l'ambizione è quella di contribuire a una nave concept a carburante flessibile a zero emissioni di carbonio.

Lavoreranno inoltre insieme sulle tecnologie per l'efficienza energetica, compresi i servizi e le piattaforme digitali.

I partner hanno affermato che continuano a prevedere una gamma di soluzioni di carburante sulla strada per un futuro a zero e stanno esplorando l'uso di combustibili derivati ​​dall'idrogeno e l'uso di metanolo.

Stanno anche esaminando i vantaggi del passaggio dal GNL fossile al GNL bio e sintetico

Le due società hanno poi spiegato che esploreranno tutte le opportunità per MSC di utilizzare il GNL nella sua flotta, poiché è il carburante a più basse emissioni ampiamente disponibile oggi.