L'export traina i porti cinesi

Dall'11 al 20 agosto il flusso di container negli otto porti chiave del Paese è aumentato del 2,7% su base annua

Genova - I porti principali della Cina hanno riportato una leggera crescita nella movimentazione dei container nella metà del mese di agosto, secondo quanto emerso dai dati pubblicati dalla China Ports and Harbours Association. Dalle cifre si evince che dall'11 al 20 agosto, il flusso di container negli otto porti chiave del Paese è aumentato del 2,7% su base annua e che gli spostamenti di container per il commercio estero in particolare sono cresciuti del 5,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Secondo l'associazione industriale, il tasso di crescita del volume degli spostamenti di container per il commercio estero nei porti di Xiamen e Guangzhou ha superato il 20% alla metà di agosto. Il boom nella movimentazione di container destinati all'estero si inserisce nel contesto della rapida espansione delle esportazioni cinesi, che nei primi sette mesi dell'anno sono aumentate del 24,5% rispetto al 2020 arrivando a 11.660 miliardi di yuan (circa 1.800 miliardi di dollari), come mostrano i dati doganali