Laghezza, fatturato +20% nel semestre

Nel primo semestre del 2022 effettuati investimenti pari a circa 4 milioni di euro

Genova - Laghezza SpA registra nel primo semestre del 2022 un aumento del fatturato del 20% e un incremento dell’EBITDA del 50% rispetto al primo semestre dell’anno precedente, consolidando il trend di crescita aziendale che negli ultimi anni è stato continuo e costante. Lo annuncia l'azienda in una nota.

Rispetto ai dati di bilancio del 2021 caratterizzato da un fatturato di 37 milioni e sulla base delle proiezioni che scaturiscono dai risultati del primo semestre, la società di La Spezia, guidata da Alessandro Laghezza, conta di chiudere l’anno 2022 con un fatturato di circa 45 milioni di euro e un EBITDA superiore ai 3 milioni, grazie alla crescita equilibrata di tutte le sue divisioni operative.

Nel primo semestre del 2022 la Laghezza Spa ha effettuato investimenti pari a circa 4 milioni di euro, la metà dei quali è stata impiegata per l’acquisto di terreni nell’area retroportuale del Porto di La Spezia a Santo Stefano di Magra, dove nel 2023 verrà realizzato, in linea con le best practices della transizione ecologica, un nuovo grande hub logistico con magazzini doganali dedicati e aree buffer.

Nell’ambito della divisione Logistica e Trasporti sono stati inoltre effettuati due ulteriori investimenti. Il primo pari a 1.500.000,00 di euro per l’acquisto di nuovi veicoli, che andranno ad aumentare la flotta dedicata ai trasporti su strada, il secondo pari ad euro 500.000,00 per gru e carrelli di magazzino.

"I risultati raggiunti dall’Azienda sono frutto di un ottimo lavoro di squadra, - ha dichiarato il Presidente Alessandro Laghezza – lavoro che si è concretizzato su una strategia di crescita costante, caratterizzata al tempo stesso dalla cura al mantenimento di alti standard qualitativi dei servizi. La nostra società è orgogliosa di poter offrire soluzioni integrate e complete, che pongono al centro la consulenza doganale strategica e assicurano l’assistenza doganale in tutti i più importanti nodi logistici d’Italia, per poi continuare con le nostre soluzioni logistiche e depositi doganali, fino al servizio di trasporto su strada per tutti i tipi di merce, con un parco mezzi in continuo aumento”.