il bilancio

premuda incrementail rosso nei 9 mesi

Peggiorano i conti di Premuda: la società armatoriale genovese ha chiuso i primi nove mesi con una perdita di 17,7 milioni di euro rispetto ai 7,8 dell’anno precedente. il cash flow è negativo per 400mila euro, mentre era positivo per 13,8 milioni nell’anno precedente.

« I negativi risultati economici del terzo trimestre e dei primi nove mesi dell’esercizio - scrive il gruppo - sono stati influenzati da diversi fattori, tra cui segnaliamo:

- un mercato dei noli ancora fortemente depresso, sia nel comparto dei carichi secchi che in quello dei carichi liquidi, solo in parte limitato dalle residue coperture commerciali definite in passato ed ancora disponibili e dalla ripresa registrata a partire dal mese di agosto nel comparto dei carichi secchi;

- l’indebolimento del dollaro, sia nei valori medi che nei valori puntuali di fine periodo, rispetto al corrispondente periodo dello scorso esercizio, con un impatto di circa 1 milione di euro sul risultato dei primi 9 mesi dell’esercizio;
- la mancanza di ricavi da parte della FPSO Four Rainbow, rimasta in disarmo per i primi nove mesi dell’anno in attesa di un nuovo progetto di impiego;
- il maggior peso delle partite finanziarie, gravate dagli elevati spread applicati alle operazioni più recenti e dall’assorbimento a conto economico (già recepito nella semestrale per un importo di circa 1,6 milioni di euro) del residuo ammontare dei costi iniziali dei finanziamenti a medio/lungo termine, in passato ripartiti sulla durata dei singoli finanziamenti secondo il metodo del costo ammortizzato ed ora interamente spesati nel corrente esercizio a seguito dell’avvio del processo di rischedulazione dell’indebitamento già riportato nella Relazione Intermedia di Gestione al 30 giugno 2013».