terzo valico

Il comune di genovaattacca il cociv

Genova - Il Consorzio Collegamenti Integrati Veloci (Cociv) ha presentato ai cittadini atti di esproprio per 27 terreni a Genova Borzoli, in Val Chiaravagna e Val Polcevera, per la realizzazione del Terzo Valico, l’alta velocità ferroviaria Genova-Milano. Il Comune di Genova ha chiesto al prefetto di Genova di convocare immediatamente un tavolo di confronto tra cittadini, Cociv e Comune per evitare tensioni, e una sospensione degli espropri il cui inizio è previsto per il 13 novembre. Lo ha spiegato il vicesindaco di Genova Stefano Bernini a Palazzo Tursi in una conferenza stampa. Si tratta in alcuni casi di terreni connessi ad attività produttive, non di abitazioni. «Agire in questo modo facendo espropri senza renderlo noto al Comune di Genova, senza nessun urgenza perché riguardano terreni per il secondo lotto dell’opera fa saltare il percorso corretto di confronto con i cittadini che ha dato buoni esiti nel recente passato», ha evidenziato Bernini