Obiettivo del 2015

«Genova saràil porto dell’expo»

Genova - Il presidente dell’Autorità portuale di Genova, Luigi Merlo, non ha dubbi: Expo 2015 è una straordinaria occasione «per invertire una cultura del mare che oggi in Italia è cambiata in modo grave. Oggi il mare è diventato un confine. Ma non era così nella cultura italiana, il mare è sempre stato viaggio, opportunità, accoglienza. Con l’Expo 2015 abbiamo la possibilità di rilanciare la dignità dell’Italia come paese di mare».

Questo è il messaggio che Merlo ha voluto portare a Vercelli al seminario Padiglione Italia organizzato nell’ambito degli incontri di preparazione verso la grande esposizione del 2015. «In Italia - ha detto Merlo - c’è un problema diffuso di difesa del suolo, ma è lontana la cultura della difendibilità del mare. In Italia c’è un meccanismo pazzesco in base al quale non esiste uno strumento di pianificazione. Nella cultura del mare non si fa ricerca, non si investe in sperimentazione. Il nostro paese sconta un modello industriale in declino». Expo 2015 è l’occasione per invertire tutto ciò. Il porto di Genova si affida da questo punto di vista a Renzo Piano, al suo progetto di nuove pale eoliche, alle sue ricerche sull’energia alternativa.