Attualmente stai visualizzando l'argomento:

confitarma

Incontri e interventi

Confitarma alla Naples Shipping Week

Napoli - Dal 28 settembre al 3 ottobre, a Napoli, si è tenuta la IV Edizione di Naples Shipping Week, il Forum Internazionale sull'innovazione e la cooperazione per lo sviluppo del cluster marittimo del Mediterraneo

Il rilancio dell'econonomia del mare

Dal decreto Agosto per gli armatori 85 milioni di aiuti

Genova - La perdita provvisoria di fatturato è già del 70% e potrebbe aggravarsi in autunno. Un motivo per essere ottimisti, però, gli armatori lo hanno, ora che il governo ha deciso di inserire nel cosiddetto decreto Agosto un paio di provvedimenti per rilanciare l’economia del mare. Stefano Messina parla di «reazione positiva insperata»

Confitarma

Ripartenza crociere, Mattioli: "Gioia e sollievo"

Roma - “Il via libera alle crociere dal 15 agosto, annunciato ieri sera dal presidente del Consiglio nella conferenza stampa per la presentazione delle misure del Dpcm - afferma Mario Mattioli, presidente di Confitarma - è per noi motivo di grande gioia e sollievo. Inutile negare che pur sperando fortemente in una decisione in tal senso, fino all’ultimo non l’abbiamo data per scontata"

Gli armatori

Confitarma: "Riorganizzare i lavori sulle autostrade liguri"

Roma - «La drammatica situazione delle autostrade liguri, che da troppi giorni causa rallentamenti della circolazione, non è più sostenibile non solo viene duramente penalizzata tutta la filiera della logistica del trasporto e di conseguenza l'attività dei porti liguri ma anche i nostri armatori stanno registrando forti danni alla loro operatività già seriamente colpita dalle conseguenze della pandemia Covid19»

Confitarma

Dl Rilancio e autoproduzione, la delusione degli armatori

Roma - Profonda delusione di Confitarma per l'inserimento nel disegno di legge di conversione del decreto Rilancio, approvato il 9 luglio dalla Camera dei deputati, della norma che renderà impossibile agli armatori svolgere le operazioni portuali in autoproduzione: «Abbiamo fatto presente che la modifica dell'articolo 16 della legge n. 84 del 1994 rappresenta un passo indietro di 30 anni per la portualità italiana».

Cambio equipaggi

Armatori e sindacati: "Lasciate tornare a casa i marittimi"

Genova - A causa delle restrizioni di viaggio imposte dal coronavirus, i marittimi di tutto il mondo stanno affrontando da mesi difficoltà a essere sostituiti da altri membri dell'equipaggio e ad essere rimpatriati. In particolare per l'Europa, la capacità molto limitata di rilasciare visti per entrare nello spazio Schengen complica ulteriormente una situazione già estremamente complessa

Crociere nazionali, governo al lavoro

Il tesoretto per i traghetti verso il via libera

Genova - Nella corsa a chi ottiene di più, adesso è in vantaggio Assarmatori. L’emendamento con cui verrebbero assegnati al cabotaggio nazionale i fondi del tesoretto risparmiato con lo stop alle navi - e agli sgravi fiscali - del Registro internazionale, dovrebbe così finire là dove volevano Stefano Messina e la sua associazione

L'esperimento di Tui

Mini-crociere nazionali, la Germania ci prova

Genova - Per ripartire in fretta e alzare la quota di ricavi che si è azzerata per il coronavirus, le compagnie hanno scelto la rotta più breve. Mini crociere nei porti nazionali. In Italia sia Costa che Msc hanno deciso di adottare questa strategia, ma i due colossi ora stanno litigando attraverso le rispettive associazioni, per le modalità con cui poter ripartire. La crociera autarchica non è però un’esclusiva italiana

Settore in difficoltà

Gli armatori: «Dimenticati dal decreto. Merci, passeggeri e crociere al disastro»

Genova - Due mesi di stop quasi completo, con le entrate praticamente azzerate e i costi elevati che vanno comunque sostenuti: dai marittimi a bordo, ai servizi minimi per mantenere le navi. Gli armatori italiani stanno lottando in alcuni casi persino per la sopravvivenza, ma l’ultima battaglia da combattere è politica

Giudizio negativo anche sulla proroga a Tirrenia

"Dl Rilancio, armatori inascoltati"

Roma - "Leggendo le bozze del decreto Rilancio circolate in questi giorni, devo dire non c'è quasi niente del pachetto di proposte che avevamo presentato al governo nelle scorse settimane". Mario Mattioli, presidente di Confitarma, non nasconde il suo disappunto

Lavoro

Primo maggio, sirene spiegate in porto

Roma - Confitarma, la federazione italiana degli Armatori, membro della Camera internazionale del trasporto marittimo (Ics), l’associazione mondiale dello shipping, e dell’associazione degli armatori europei (Ecsa), aderisce all’iniziativa lanciata dall’armamento mondiale ed europeo

Emergenza coronavirus

Gestione marittimi, ecco le linee guida dell'Ue

Bruxelles - L’Ecsa, l’associazione degli armatori europei, rende not che la Commissione europea ha emanato le linee guida con cui vengono forniti orientamenti sulla protezione della salute, il rimpatrio e le disposizioni di viaggio per i marittimi, i passeggeri e le altre persone a bordo delle navi

Nel Golfo di Guinea

Pirati, maxi-simulazione con la "Grande Dakar"

Roma - Ieri mattina, nelle acque del Golfo di Guinea, si è svolta un’esercitazione antipirateria che ha coinvolto la nave “Grande Dakar”, del gruppo Grimaldi, la Confederazione italiana srmatori, la centrale operativa della Marina militare, la centrale operativa del Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto-Guardia costiera e la fregata “Luigi Rizzo”

Coronavirus

Navi italiane all’estero, in 70 Paesi equipaggi nel mirino

Genova - Sono 70 i Paesi nei quali al momento le navi battenti bandiera italiana (circa 1.400 in tutto) stanno avendo difficoltà con le autorità locali per effetto dell’emergenza coronavirus. Venerdì su questo hanno lanciato l’allarme le associazioni di categoria Confitarma, Assarmatori, Federagenti

Messina (Assarmatori)

«Bandiera europea e tutele ai marittimi: così riapriamo il dialogo tra armatori»

Genova - Qualcosa si muove nel mondo dello shipping: la prima mossa l’ha fatta, qualche giorno fa, Emanuele Grimaldi, rivolgendosi direttamente a Gianluigi Aponte, fondatore e proprietario di Msc, per dirgli che “la divisione tra armatori non ha più senso”. A rispondergli è il presidente di Assarmatori, Stefano Messina,