Attualmente stai visualizzando l'argomento:

middle-east

shipowners

Crociere, Mediterraneo orientale in profonda crisi / ANALISI

Trieste - Le criticità del Mare Nostrum ormai sono risapute: l’irrisolta questione veneziana che danneggia tutto l’Adriatico e l’instabilità interna di Turchia, Egitto, Tunisia ed Ucraina che hanno costretto gli armatori a rivedere le tradizionali rotte negli ultimi anni.

oil and energy

Eni cede il 10% di Zohr a Mubadala

Roma - Eni ha concordato la cessione a Mubadala Petroleum, consociata di Mubadala Investment Company, veicolo d’investimento del governo di Abu Dhabi, che in Italia controlla Piaggio Aerospace, di una quota del 10% nella concessione di Shorouk. Il valore della cessione è di 934 milioni di dollari

technology

A Dubai il termovalorizzatore record

Dubai - Non conosce battute d’arresto lo sviluppo di infrastrutture verdi nei Paesi del Golfo, che utilizzano una significativa parte dei proventi del petrolio proprio per emancipare le loro economie dai combustibili fossili. L’ultima mossa è stata fatta da Dubai

finance and politics

Italia-Iran, firmata intesa da 5 miliardi

Roma - E’ stato firmato l’accordo quadro di finanziamento (Master Credit Agreement) tra Invitalia Global Investment e le banche iraniane Bank of Industry and Mine e Middle East Bank.

finance and politics

Arabia, l’ascesa dello spregiudicato Salman / ANALISI

Roma - È ancora presto per dare al principe Salman l’etichetta di capodi una primavera saudita. Questo il parere dell’Ispi, l’Istituto per gli studi di politica internazionale. Il principe Mohammed bin Salman - anche detto Mbs - è davvero l’ispiratore e protagonista di una «primavera» saudita?

finance and politics

La rivolta in Iran e la soddisfazione dei rivali sauditi / ANALISI

Beirut - Anche se le autorità iraniane e le stesse opposizioni sono state colte di sorpresa dall’ondata di proteste, è incontestabile che i motivi di malcontento, soprattutto per le classi più povere, esistano da tempo.

finance and politics

Caos Iran, le ragioni e le origini della protesta / FOCUS

Teheran - Negli ultimi due anni una ventina di banche e istituti di credito nel Paese sono falliti e centinaia di migliaia di risparmiatori hanno visto sfumare i propri risparmi. Un fenomeno che già dal mese di novembre ha spinto la gente a manifestare per le strade di Teheran.