In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog
L’operazione

Esa acquista da Arribatec la produzione del software Performance

Il gruppo Esa ha acquisito da Arribatec, società norvegese quotata alla Borsa di Oslo e proprietaria della Ib (ex Ib Informatica), l’unità di business che sviluppa e supporta Performance, il programma informatico dedicato al monitoraggio delle prestazioni delle navi

1 minuto di lettura

Gian Enzo Duci, amministratore delegato del gruppo Esa (balostro)

 

Il gruppo Esa ha acquisito da Arribatec, società norvegese quotata alla Borsa di Oslo e proprietaria della Ib (ex Ib Informatica), l’unità di business che sviluppa e supporta Performance, il programma informatico dedicato al monitoraggio delle prestazioni delle navi e al controllo delle relative emissioni.

L'operazione è stata conclusa ieri e prevede il trasferimento dei diritti, del personale che attualmente si occupa del suo sviluppo e del relativo portafoglio clienti dalla Ib, e dei contratti, a Oceanly, una società di nuova costituzione costituita da Esa, con sedi a Genova e Rapallo: "Per noi si tratta di un'acquisizione strategica - spiega Gian Enzo Duci, amministratore delegato di Esa, riferimento in Italia nel settore della gestione navale per conto terzi - che fa seguito al nostro precedente investimento nell'applicazione dell'intelligenza artificiale e predeittiva alle attività di gestione degli equipaggi. Il progetto complessivo mira a una vera e propria chiusura del cerchio con il completamento dei servizi offerti da una squadra che nel 2022 ha festeggiato 75 anni di attività. Il Performance è un software avanzato di monitoraggio delle prestazioni navali per il risparmio energetico e i relativi rapporti statutari. A nostro avviso e alla base dell'investimento tuttavia c'è un ulteriore spazio di espansione all'interno di una struttura che concentra la sua attività di riferimento sulla gestione delle navi: in particolare, le prestazioni possono essere ulteriormente sviluppate nel contesto della limitazione della potenza dell'albero, rispondendo anche alle esigenze delle nuove normative sulle emissioni che il mondo armatoriale dovrà affrontare a partire dal 2023", conclude Duci.

L’Esa Group è stato assistito nell'operazione da Cristian Iniesta di Whiteport Capital e da Maurizio Orione dello studio legale Ov Lex. La Arribatec è stata assistita da Pietro Orzalesi partner dello studio Macchi di Cellere Gangemi.

I commenti dei lettori