Maxi-collisione a Jebel Alì, fu «disattenzione»

Jebel Alì - La Uk Marine Accident Branch (Maib) ha concluso che collisione avvenuta tra la portacontainer “Ever Smart” e aframax “Alexandra 1” nel Canale di Jebel Ali a febbraio di quest’anno fu dovuta alla resistenza del comandante a seguire le informazioni fornitegli via Vhf

Jebel Alì - La Uk Marine Accident Branch (Maib) ha concluso che collisione avvenuta tra la portacontainer “Ever Smart” e aframax “Alexandra 1” nel Canale di Jebel Ali a febbraio di quest’anno fu dovuta alla resistenza del comandante a seguire le informazioni fornitegli via Vhf e dall’incapacità del comandante dell’altra di seguire i movimenti della “Alexandra 1”. Hanno però sbagliato azioni anche i servizi di pilotaggio e la capitaneria di porto di Jebel Alì, che ha passato le informazioni di manovra alla “Alexandra 1” 25 minuti prima del necessario.

Così, mentre la cisterna attendeva che la “Ever Smart” liberasse il canale, niente fu fatto per fermare la “Alexandra 1”, che lentamente si è messa di traverso al canale. Inoltre, negli otto minuti tra il rientro del pilota a bordo della pilotina e la collisione con la “Alexandria 1”, niente fu fatto dall’equipaggio della “Ever Smart” per capire dove stesse andando la cisterna. Secondo il Maib, né il comandante, né il terzo ufficiale - entrambi sul ponte di comando al momento della collisione - prestavano la dovuta attenzione alla navigazione e ai movimenti della “Alexandra 1”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: