Naufragio Concordia, completata la bonifica dei fondali del Giglio

Firenze - Si sono concluse le operazioni di bonifica dei fondali marini dell’isola del Giglio dove si incagliò la Costa Concordia nel naufragio del 13 gennaio 2012 che causò 32 morti.

Firenze - Si sono concluse le operazioni di bonifica dei fondali marini dell’isola del Giglio dove si incagliò la Costa Concordia nel naufragio del 13 gennaio 2012 che causò 32 morti, numerosi feriti e ingenti danni, anche all’ambiente. Ad annunciare la fine dei lavori è la società Micoperi di Ravenna, precisando che l’effettiva conclusione delle operazioni è avvenuta ieri, sesto anniversario della costituzione del consorzio Titan-Micoperi, «sottoscritto alle ore 4.08 del 7 maggio 2012».
Inoltre «le operazioni di raddrizzamento della Concordia si sono concluse alle ore 4.08 del 16 settembre 2014. «È giunta la fine di un progetto che non è stato un progetto qualunque ma che ha in sé una grande emozione per tutti quelli che hanno avvicinato questo evento - scrive il patron di Micoperi, Silvio Bartolotti -. Sei anni di lavoro legati ad un episodio drammatico ma che ha consentito a migliaia di persone, di nazionalità diverse, di trovare lo spirito per costruire una grande squadra e superare difficoltà giudicate da tutti insuperabili».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: