Traffico pesante, l'Austria chiederà all'Ue di poter introdurre un'ecotassa

Con questa misura si vogliono, inoltre, adattare i pedaggi alle altre strade di transito attraverso le Alpi, come ad esempio alla Svizzera, dove i pedaggi sono più alti

Il leader dei Verdi austriaci, Werner Kogle

Vienna - Il nuovo governo austriaco vuole elaborare una proposta da sottoporre alla Commissione europea per la rielaborazione delle direttive europee sull'Eurovignetta e sui pedaggi delle strade in modo da permettere una maggiore flessibilità per la gestione dei pedaggi per i Tir introducendo un'ecotassa nelle zone più critiche dal punto di vista ambientale. Obiettivo della misura è quello di spostare - come ad esempio al Brennero - i transiti delle merci dalla strada alla rotaia.

Con questa misura si vogliono, inoltre, adattare i pedaggi alle altre strade di transito attraverso le Alpi, come ad esempio alla Svizzera, dove i pedaggi sono più alti, in modo da evitare il traffico deviato dovuto ai costi. Questo è quanto emerge dal programma di coalizione del nuovo Governo Ívp-Verdi, che è stato presentato oggi a Vienna.

©RIPRODUZIONE RISERVATA