Pireo, portacontainer affonda una nave da guerra greca

Il Pireo - Due membri dell'equipaggio di una nave da guerra greca sono rimasti feriti martedì mattina 27 ottobre a seguito della collisione con la nave portacontainer "Maersk Launceston". L'evento ha avuto luogo al largo del Pireo, fanno sapere dalla Marina ellenica

Il Pireo - Due membri dell'equipaggio di una nave da guerra greca sono rimasti feriti martedì mattina 27 ottobre a seguito della collisione con la nave portacontainer "Maersk Launceston". L'evento ha avuto luogo al largo del Pireo, fanno sapere dalla Marina ellenica. A bordo della cacciamine "Kallisto", al momento dell'incidente che ne ha provocato l'affondamento, c'erano 27 persone. Il comandante polacco della "Launceston" è stato arrestato, secondo un funzionario del ministero, con l'accusa di "affondamento causato da negligenza". Secondo i media greci, la "Kallisto", lunga circa 70 metri, è stata "quasi tagliata a metà". "E 'un miracolo che non ci siano state vittime -, commenta il portavoce del governo, Stelios Petsas. - Ci si chiede come il mercantile sia entrato in collisione e sia quasi salito sulla nave da guerra".

Immediatamente è stata organizzata un'operazione di soccorso utilizzando tre motovedette della Guardia costiera, due navi antinquinamento, un elicottero della marina e quattro rimorchiatori. Il portavoce del ministero della Marina mercantile, Nikolaos Kokkalas, spiega che l'inquinamento marino causato dalla collisione è "sotto controllo", e che per affrontarlo è stato attivato un piano ad hoc. Le autorità del porto del Pireo hanno aperto un'indagine e vietato la partenza della "Launceston", con capacità di 4.000 teu e lunga 266 metri, battente bandiera portoghese e di proprietà degli armatori tedeschi Essberger. Il comandante, così come i membri dell'equipaggio, sono stati interrogati.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: