Acqua marina trasformata in acqua minerale, in servizio la prima nave

La nave Odepp One, un vecchio car-ferry in servizio a Sète, è stata trasformata in una fabbrica galleggiante di bottiglie d’acqua

La nave Odeep One

Sète - “Pescata” a trecento metri di profondità, nel mare di fronte a Sète, nella Francia meridionale. Trattata, desalinizzata senza alcun ingrediente chimico, imbottigliata e venduta come acqua contenente ben 78 preziosi minerali marini. Da qualche giorno il progetto del gruppo Ofw, titolare del marchio Ôdeep e proprietario della compagnia marittima Owp Ships, è realtà. E così la nave Odepp One, un vecchio car-ferry in servizio a Sète, è stata trasformata in una fabbrica galleggiante di bottiglie d’acqua, a bordo della quale lavorano una sessantina di persone.

Le bottiglie da 600 ml, rigorosamente in plastica riciclata, saranno destinate inizialmente ai mercati francese e - per l’80% - cinese. L’acqua marina trasformata in acqua minerale si trova di fronte all'isola di Porquerolles. Ma non è escluso che nei prossimi mesi venga “pescata” in altre zone. In un primo momento la società produrrà 800.000 litri d’acqua a settimana, con l’obiettivo di chiudere il 2020 superando quota 100 milioni di litri.
Il piano è ambizioso, e prevede il noleggio di altre navi-fabbrica, la prima delle quali dovrebbe entrare in servizio fra un anno in Cina. La flotta dovrebbe poi raggiungere le dodici unità entro il 2030. La valorizzazione dell’azienda è pari a 201 milioni di euro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: