Difesa aerea ad ampio raggio, ad Eurosam il contratto dell'Occar

Eurosam, il consorzio italo-francese fra MBDA France, MBDA Italy e Thales ha ricevuto nei giorni scorsi il contratto dall’agenzia OCCAR (Organizzazione congiunta di cooperazione in materia di armamenti) per lo sviluppo della futura generazione del sistema missilistico per la difesa aerea a lunga portata SAMP/T

di Luca Peruzzi

Eurosam, il consorzio italo-francese fra MBDA France, MBDA Italy e Thales ha ricevuto nei giorni scorsi il contratto dall’agenzia OCCAR (Organizzazione congiunta di cooperazione in materia di armamenti) per lo sviluppo della futura generazione del sistema missilistico per la difesa aerea a lunga portata SAMP/T in servizio con l’Esercito Italiano e l’Aeronautica francese. Il contratto, il cui valore non è stato divulgato, è stato siglato presso la sede parigina dell’agenzia OCCAR (Organizzazione congiunta di cooperazione in materia di armamenti), che gestisce il programma a nome e per conto dei Ministeri della Difesa francese ed italiano, dal direttore della medesima agenzia, ammiraglio (in congedo) Matteo Bisceglia e dall’amministrare delegato di Eurosam, la dottoressa Eva Bruxmeier, alla presenza dei rappresentanti del Segretario Generale/DNA italiano Generale di Corpo d’Armata Nicolò Falsaperna e dell’omologo DGA francese Joël Barre e delle Forze Armate.

La soddisfazione per questo significativo passo verso l’ammodernamento del sistema SAMP/T, attualmente in servizio e sviluppato attraverso la cooperazione tra Italia e Francia negli anni 2000, è giunta dal Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e dalla sua omologa francese Florence Parly. "Questo programma - ha commentato il Ministro Guerini – continuerà a tutelare sia la sicurezza dei cittadini europei che gli interessi strategici dell’Unione e della NATO. E ha aggiunto "il processo di integrazione della Difesa europea non può prescindere da una crescente e costruttiva cooperazione tra le Forze Armate italiane e francesi e la loro cooperazione nel settore industriale, in piena sintonia. E’ necessario proiettare l’Unione Europea verso l’ambizione di essere un attore rilevante nel contesto globale". Il lancio di questo programma consentirà, inoltre, di mantenere le competenze industriali in un settore chiave per la difesa europea e garantirà lo sviluppo a lungo termine dell'unico sistema di difesa terra-aria a medio raggio completamente europeo, garantendo alle industrie nazionali interessate (MBDA Italia, Avio, Leonardo, Simmel) il completo ritorno industriale e importanti ricadute tecnologiche. Il sistema SAMP/T NG (Sol Air MoyennePortée Terrestre Nouvelle Génération) è un sistema di difesa missilistica terra-aria a lungo raggio equipaggiato con la famiglia di missili MBDA Aster in grado di: - operare in un spazio aereo civile trafficato, in cooperazione con aerei militari amici e completamente integrato nelle reti di difesa aerea; - fornire una protezione a 360 gradi alle forze armate e ai siti civili o militari sensibili; - contrastare sia minacce aeree che missilistiche multiple simultaneamente; - contrastare minacce emergenti e future di diverso tipo come missili balistici manovranti e testate dei missili balistici, missili tattici ad alta velocità, velivoli senza pilota e aerei ad alta manovrabilità, in uno scenario di attacco di saturazione e in un ambiente cibernetico impegnativo. - dispiegarsi rapidamente con un numero limitato di personale e d’integrarsi con la rete di difesa aerea. Con queste caratteristiche migliorate, il sistema SAMP/T NG fornirà a Francia, Italia e qualsiasi altro cliente, la capacità di garantire la propria sovranità dello spazio aereo, di proteggere il proprio territorio, la propria popolazione e le proprie truppe durante le operazioni sul territorio nazionale ed all’estero.

Si tratta infatti di sistema di elevata valenza strategica: una batteria SAMP/T dell’Esercito Italiano è stata schierata dal dicembre 2015 al dicembre 2016 per la sorveglianza dello spazio aereo della città di Roma nel corso dell’evento "Giubileo straordinario della misericordia", mentre un’altra batteria SAMP/T dell’Esercito è stata schierata, dal giugno 2016 al dicembre 2019, su richiesta della NATO, a ridosso del confine turco con la Siria, allo scopo di difendere la popolazione dalla minaccia di eventuali lanci di missili dalla Siria nella missione "Sagitta". Il programma SAMP/T NG (Sol Air MoyennePortée Terrestre Nouvelle Génération) riguarda lo sviluppo complessivo della nuova versione, produzione delle nuove componenti ed aggiornamento dell’attuale sistema SAMP/T grazie all’implementazione delle seguenti capacità: - un missile con capacità potenziate che amplia la famiglia Aster: si tratta della versione Aster 30 Block 1 NT (New Technology) con un nuovo sistema di guida e un nuovo computer per affrontare le nuove minacce emergenti, in primis i missili balistici tattici. - Un lanciatore aggiornato con nuovi sistemi elettronici. - Un nuovo radar multifunzione rotante con antenna a scansione elettronica attiva. Il comunicato non fornisce ulteriori dettagli ma nel caso del sistema italiano è stato scelto il radar di Leonardo Kronos Ground Mobile High Power, che rappresenta la versione terrestre con antenna singola del sistema di nuova generazione montato a bordo dei nuovi Pattugliatori Polivalenti d’Altura (PPA) della Marina Militare. Per la versione francese è stato invece scelto il sistema di nuova generazione Ground Fire fornito da Thales. - Un modulo di comando e controllo basato su un software di controllo e comando ad architettura aperta ed avanzate capacità nel settore delle comunicazioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: