Abb scorpora l'ex divisione Turbocharging

Il gruppo svizzero Abb ha annunciato che scorporerà la controllata Accelleron e quoterà la società alla Borsa di Zurigo. La mossa era da tempo nei piano strategici delal compagnia che preferisce concentrarsi sulle attività core

di Si. Gal.

Genova - Il gruppo svizzero Abb ha annunciato che scorporerà la controllata Accelleron e quoterà la società alla Borsa di Zurigo. La mossa era da tempo nei piano strategici delal compagnia che preferisce concentrarsi sulle attività core. La Turbocharging a Genova ha un centro piuttosto importante, con 34 dipendenti. Nel capoluogo ligure c’è il centro di coordinamento delle stazioni di servizio di Venezia, Caserta, Malta e Bulgaria: "La transazione consentirà sia a Abb che a Accelleron di concentrarsi sulle rispettive strategie e sulla creazione di valore a lungo termine per i propri stakeholder - spiega l’azienda in una nota -. Gli azionisti di Abb potranno realizzare l'intero valore di Accelleron, mentre Abb potrà concentrarsi sul suo portafoglio principale nei settori dell'elettrificazione e dell'automazione".

Accelleron, il nome preso di recente dalla divisione Turbocharging di Abb, è leader di mercato nel suo settore, "può concentrarsi sul raggiungimento del suo pieno potenziale nell'industria dei grandi motori". Accelleron fa profitti e genera liquidità. Nell’operazione gli azionisti di Abb riceveranno un azione Accelleron per ogni 20 azioni Abb possedute. Lo spin-off è soggetto all'approvazione dell’Extraordinary General Meeting di Abb prevista per il 7 settembre mentre la quotazione è prevista per il 3 ottobre. Cosa sono i turbocharger Accelleron sviluppa, produce e fa manutenzione dei turbocharger, sistemi che migliorano la propulsione e aumentano l'efficienza del combustibile, riducendo al contempo le emissioni. I clienti arrivano da settori diversi: marino, energetico e ferroviario. I sindacati genovesi al momento non sono allarmati dalla mossa. Aspettano che ci siano più dettagli sull’operazione: "Di per sè - spiega la Cgil - l’operazione potrebbe anche essere positiva. Aspettiamo che l’azienda chiarisca la strategia".

©RIPRODUZIONE RISERVATA