Amy Bauernschmidt è la prima donna al comando di una portaerei nucleare americana

Dopo l'accademia navale, Baurschmidt è diventata pilota nel 1996, ed è stata inviata a bordo del cacciatorpediniere Uss John Young nel Golfo Persico. Prende il posto di Walt Slaughter e proprio al suo predecessore ha rivolto le sue prime parole

Amy Bauernschmidt è la prima donna alla guida di una portaerei nucleare nella storia della Navy americana

di Serena di Ronza

New York - Amy Bauernschmidt entra nella storia: è la prima donna al comando di una portaerei nucleare americana, la Uss Abraham Lincoln. Un ruolo conquistato dopo anni di carriera militare trascorsi come pilota di elicotteri. Con oltre 3.000 ore di volo sulle spalle, Bauernschmidt assume il comando della portaerei partita da San Diego dopo nove mesi di esercitazioni a terra e in viaggio verso l'area Indo-Pacifica mentre le tensioni fra Cina e Taiwan salgono. "Questi marinai sono dei professionisti incredibili che sono stati addestrati duramente per assicurare che siano pronti a tutti gli obblighi che emergeranno durante il loro incarico. Non ho dubbi che rappresenteranno con orgoglio il nostro paese e ne difenderanno gli interessi", ha affermato la comandante Bauernschmidt senza entrate nel dettaglio delle tensioni geopolitiche e mostrandosi soddisfatta per la promozione.

"E' un giorno fantastico", ha detto sorridente. Nata a Milwaukee, in Wisconsin, Baurschmidt ha terminato la Navy Academy nel 1994, l'anno in cui è stato consentito alle donne di servire sulle navi e sugli aerei da combattimento. "Quella legge ha cambiato la mia vita. Sapevo e mi sentivo onorata, insieme alle mie compagne di classe, di aver il privilegio di poter servire con gli altri camerati in combattimento", aveva ammesso in un'intervista rilasciata negli anni scorsi. Servire il proprio paese "vuol dire contribuire a qualcosa di grande. Mi auguro di poter essere una mentore per gli uomini e le donne in servizio", aveva aggiunto.

Dopo l'accademia navale, Baurschmidt è diventata pilota nel 1996, ed è stata inviata a bordo del cacciatorpediniere Uss John Young nel Golfo Persico. Prende il posto di Walt Slaughter e proprio al suo predecessore ha rivolto le sue prime parole. "Non c'è maggiore senso di responsabilità del sapere di avere la fiducia di coloro che hanno scelto di proteggere il nostro Paese. Grazie comandante Slaughter per consegnarmi la nave migliore della flotta", ha detto descrivendosi "onorata di essere stata scelta" per sostituirlo, "è una responsabilità che prendo molto seriamente". Sulla portaerei nucleare, così come sulle altre imbarcazioni militari, vige l'obbligo di vaccino per il Covid ma alcuni casi di positivi sono stati registrati sulla Uss Abraham Lincoln. Nonostante questo "siamo fiduciosi di poter eseguire in sicurezza e con efficacia la nostra missione".

©RIPRODUZIONE RISERVATA