la firma

Petrolio, cosa prevede l'accordo dell’Opec+ / LA SCHEDA

I membri del gruppo Opec+, tra cui gli Emirati Arabi Uniti, l'Arabia Saudita, la Russia, l'Iraq e il Kuwait, potranno tutti disporre di una base di produzione più alta, il livello da cui vengono calcolati gli accordi di produzione.

Finanziamenti

In arrivo da Bruxelles i primi via libera ai Pnrr

«Dalla prossima settimana la Commissione comincerà ad approvare i piani nazionali di rilancio in vista della loro adozione al Consiglio. Si tratta di un traguardo storico», ha detto la presidente dell'Eurogoverno, Ursula von der Leyen

petrolio

Barkindo (Opec): "Prospettive del mercato molto promettenti"

«Complessivamente, la domanda nei paesi al di fuori dell'Ocse - osserva - dovrebbe aumentare di quasi il 6,8%, o 3,3 milioni di barili al giorno, quest'anno, e di quasi il 6,4%, o 2,7 milioni di barili al giorno nell'Ocse. Questa è una gradita svolta degli eventi dopo la cupa situazione che abbiamo vissuto nel 2020»

Noli marittimi sotto accusa

Le fonderie italiane lanciano l'allarme sul rincaro dei prezzi delle materie prime

Il nostro Paese, in questo scenario, corre più "rischi di altri perché, come ben sappiamo, abbiamo una forte industria trasformativa ma siamo poveri di materie prime. Ecco perché, se i prezzi delle materie prime salgono - e peggio ancora se schizzano, come in questo momento - a farne le spese è l'intera industria italiana"

Le previsioni

Confindustria vede la "ripresina": "C'è creazione di lavoro"

Il mese di maggio "si è confermato per l'Italia il mese dei graduali allentamenti delle restrizioni anti-Covid grazie anche al ritmo significativo delle vaccinazioni. Ciò rende possibile nel secondo trimestre un primo, piccolo, aumento del Pil, cui seguirà un forte rimbalzo nel terzo e quarto pari a oltre il +4%"

Lo scandalo spionaggio

Il gip di Roma: "Biot senza scrupoli, uomo di estrema pericolosità"

All'udienza di convalida di questa mattina il militare si è avvalso della facoltà di non rispondere, lasciando al legale Roberto De Vita il compito di riassumere la sua posizione: uno sbaglio commesso «in un momento di profonda crisi, personale, familiare ed economica, anche a causa delle gravi condizioni di salute della figlia».

Nuove aree

Rif Line si espande a Fiumicino

Roma - Rif Line, azienda italiana di logistica internazionale, è riuscita a sfidare la crisi, perseguendo il suo piano di sviluppo anche nel corso del 2020. Il gruppo ha stanziato importanti investimenti nel settore delle risorse umane

Petrolio

Il Covid non risparmia Aramco, ma il maxi-dividendo resiste

Il gruppo pensa comunque di tornare ai livelli pre crisi di produzione entro la fine del 2021 grazie alla campagna vaccinale che sta facendo risalire la domanda la quale mostra già segni di ripresa in Asia e specialmente in Cina.